Scrutini, non ci sarà il 6 politico. Ecco i casi in cui si potrà bocciare

Di Redazione Studenti.

Non ci sarà il 6 politico e le insufficienze compariranno in pagella. Si potrà bocciare in 2 casi: ecco quali

NEWS VALUTAZIONE ANNO SCOLASTICO

A pochi giorni dalla fine dell’anno scolastico cambiano ancora, in corsa, le indicazioni sulla valutazione degli studenti che, sui social, criticano la tempistica di questa decisione. “Davvero come molti non ci capisco più niente, qual è lo scenario attuale? Che decisioni/cambiamenti si sono nuovamente presi?” scrive Chiara su Facebook. “Ormai si dice tutto e il contrario di tutto”, le fa eco Emma.

A.S. 2019 - 2020: ancora novità sulla valutazione
A.S. 2019 - 2020: ancora novità sulla valutazione — Fonte: getty-images

Dunque qual è la novità che crea scompiglio tra gli studenti? Non si tratta di una cosa da poco perché, se fino a poco tempo fa erano tutti convinti che l’anno sarebbe finito in modo indolore, il ministro Azzolina è tornata sul tema della valutazione e nella nuova ordinanza che dovrà essere ancora pubblicata (entro l’8 giugno) precisando che gli studenti saranno ammessi alla classe successiva anche in presenza di voti inferiori al 6 ma non si tratterà di un 6 politico: i professori saranno infatti tenuti a far recuperare le lacune a partire dal 1° settembre e il piano di recupero dovrà essere allegato al documento finale di valutazione.

A.S. 2019 - 2020: QUANDO E' PREVISTA LA BOCCIATURA

In due casi, inoltre, sarà possibile la bocciatura:

  • Qualora lo studente, già prima dell’emergenza sanitaria, abbia superato il monte ore di assenze.
  • Qualora lo studente sia incorso in gravi provvedimenti disciplinari.

Per avere conferma di queste e altre iniziative bisognerà attendere l’8 giugno.