La scoperta dell'America non è avvenuta nel 1492. Ricerca sorprendente dell'Università di Milano

Di Marta Ferrucci.

Secondo una recente ricerca dell'Università degli Studi di Milano, la scoperta dell'America sarebbe avvenuta molto prima del 1492. Del Nuovo Mondo si parla già in un testo del 1340.

Scoperta dell'America: ipotesi di una nuova data

Vista di Milano nel XIV secolo da un codice di Galvano Fiamma (1283-1344)
Vista di Milano nel XIV secolo da un codice di Galvano Fiamma (1283-1344) — Fonte: getty-images

Galvano Fiamma (o Galvanus Flamma) è stato un frate domenicano che nel corso della sua vita si è occupato soprattutto di studi storiografici. Sono infatti sue le Chronica Parva, le Chronicon Maius, la Chronica Galvagnana e la Cronica Universalis. Cosa c'entra Galvano Fiamma con la scoperta dell'America? La sua opera Cronica Universalis è la fonte di una scoperta incredibile che ha fatto il Prof. Paolo Chiesa dell'Università di Milano, pubblicata sulla rivista accademica “Terrae Incognitae" che si occupa di cartografia e geografia delle esplorazioni. 
Il team del Prof. Chiesa ha scoperto che nella sua Cronica Universalis - opera datata 1340 - il frate fa cenno alla Marckalada, un territorio che si trova oltre la Groenlandia, la terra delle foreste e dei giganti perchè lì si trovano "edifici di pietre così grosse che nessun uomo sarebbe in grado di metterle in posa, se non grandissimi giganti. Lì crescono alberi verdi e vivono moltissimi animali e uccelli".

Galvano Fiamma aggiunge che nessun marinaio è mai riuscito ad avere notizie certe di questa terra e delle sue caratteristiche. 
Prima della "Cronica Universalis" si avevano notizie della Marckalada solo nelle cronache norrene ammantate di leggenda e mistero. Ma trovare questo riferimento nell'opera del frate domenicano che visse per un periodo anche tra i marinai genovesi, dà una chiave di lettura diversa e fa pensare che già 150 anni prima della scoperta di Cristoforo Colombo qualcuno fosse approdato nel Nuovo Mondo. Cosa dimostrano le scoperte del Prof. Chiesa?

  • i naviganti genovesi, ben prima della nascita di Colombo, avevano notizie di queste terre;
  • qualcuno, prima dell'opera di Galvano Fiamma, era sbarcato in quelle terre ed era tornato indietro per raccontarlo;
  • le cronache norrene che parlano della Marckalada non raccontano solo di eventi leggendari ma hanno delle basi storiografiche;
  • l'America, dunque, sarebbe stata scoperta secoli prima dell'arrivo di Colombo;
Ascolta su Spreaker.

Scoperta dell'America: guarda il video

ALTRI CONTENUTI SULLA SCOPERTA DELL'AMERICA