Sciopero studenti 9 ottobre: blitz notturno di Udu e Rete degli Studenti

Di Chiara Casalin.

Sciopero nazionale studenti 9 ottobre 2015: blitz di UDU e Rete degli Studenti nella notte a Roma. Ecco le foto della manifestazione itinerante

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

SCIOPERO STUDENTI 9 OTTOBRE 2015 – Si è aperta con un blitz notturno itinerante la giornata della manifestazione nazionale del 9 ottobre. Prima dell’alba, infatti, Rete degli Studenti Medi e Unione degli Universitari hanno organizzato una manifestazione davanti al Miur, a Palazzo Chigi e al Ministero dell’Economia, delle Finanze e del Lavoro.

Un modo per far sentire la voce degli studenti ai responsabili della legge 107 sulla scuola e per dare inizio alla giornata di sciopero nazionale che vedrà cortei studenteschi in ben 90 piazze italiane.

Focus: Manifestazione scuola 9 ottobre 2015: le piazze della protesta

SCIOPERO SCUOLA 9 OTTOBRE - In un comunicato stampa Albero Irone, portavoce nazionale Rete Studenti Medi, ha dichiarato: "oggi saremo nelle piazze di tutta Italia, da Padova a Palermo, per gridare ancora una volta che la Buona Scuola è una legge sbagliata che non vogliamo in alcun modo nelle nostre scuole. Fin dall'anno scorso, senza pause, abbiamo cercato di cambiare con la mobilitazione e la partecipazione degli studenti le linee guida presentate dal Governo e il successivo disegno di legge. Il governo si è mostrato sordo in ogni occasione: Il percorso per la costruzione di una buona scuola deve essere condiviso con gli studenti, senza di noi non può esserci nessuna scuola buona per davvero.”

SCIOPERO NAZIONALE STUDENTI 9 OTTOBRE - Jacopo Dionisio, coordinatore nazionale Unione degli Universitari, ha continuato: "anche gli studenti universitari scenderanno in piazza oggi accanto agli studenti medi per dimostrare come il legame tra istruzione superiore e percorso universitario sia indissolubile. Non esiste buona scuola senza buona università, soprattutto in un Paese dove i finanziamenti per le borse di studio sono ridicoli e il diritto allo studio non è considerato una priorità. Un esempio immediato è l'emergenza del nuovo ISEE, che allarga la platea degli studenti universitari immeritatamente esclusi da ogni tipo di sostegno economico".
Rete degli Studenti e UDU fanno sapere che saranno nelle piazze con la manifestazione nazionale del 9 ottobre: “per rivendicare un sistema d'istruzione che sia efficace nella lotta alle diseguaglianze che la crisi ha allargato. Pretendiamo mattone dopo mattone un'istruzione inclusiva per tutti gli studenti migranti e capace di costruire una vera cittadinanza europea".

Ecco le altre foto del blitz notturno di UDU e Rete degli Studenti a Roma:

(foto credits: UDU)