Scienze: i 5 regni degli esseri viventi

Di Redazione Studenti.

Classificazione degli esseri viventi: i nomi dei cinque regni, gli organismi che ne fanno parte e loro caratteristiche principali

I 5 regni degli esseri viventi: introduzione

I 5 regni degli esseri viventi
I 5 regni degli esseri viventi — Fonte: getty-images

Nelle scienze naturali assume un grande rilievo il concetto di esseri viventi. Tali vengono definiti tutti quegli esseri che sono in grado di muoversi, di nutrirsi, di riprodursi e che sono capaci di percepire tutti gli stimoli provenienti dal mondo esterno, reagendo ad essi.

Gli esseri viventi sono catalogabili all'interno di cinque regni: Monera, Plantae, Animalia, Fungi e Protista. Andiamo ora ad analizzare le caratteristiche di ciascuna di queste cinque dimensioni.

Il regno delle monere

Il primo regno è quello dei monera, un gruppo al quale appartengono i batteri. Questi dispongono di una cellula procariotica, primitiva, sprovvista del tutto o in parte di un involucro di tipo nucleare che separi il loro DNA dalla parte rimanente della cellula. Più nello specifico, appartengono a questo regno gli organismi dotati di una sola cellula (unicellulari), tra i quali è possibile dunque annoverare gli archeobatteri, i batteri primitivi e gli eubatteri, ovvero i cosiddetti "veri batteri".

Il regno delle piante

Il secondo gruppo è quello delle piante (in latino, plantae). Qui troviamo tutti quegli organismi viventi che sono dotati di una sola cellula eucariote, ovvero di un apparato cellulare che dispone di un involucro che separa il DNA dal tessuto cellulare. Tali apparati viventi sono in grado di svolgere la fotosintesi clorofilliana, che consente loro di fabbricare zuccheri, indispensabili per il loro metabolismo. La parte esterna delle cellule di questi organismi è formata dalla cellulosa e le piante che qui trovano posto sono definite cormofite, ovvero sono provviste di un cormo, con la conseguente suddivisione in radice, fusto e foglia.

Il regno degli animali

Nel regno degli animali (animalia) la scienza colloca tutti gli organismi eucarioti composti da più cellule. Queste cellule, particolarmente evolute, hanno la capacità di mutare la loro forma nel corso della loro esistenza, ingrandendosi o rimpicciolendosi a seconda dell'età, delle patologie o del corso degli eventi fisici e atmosferici.

Il regno dei funghi

Il quarto regno è quello dei funghi (in latino, fungi). Questa dimensione è composta da individui costituiti da cellule filamentose, definite in gergo "ife", oppure anche "micelio primario". La differenza sostanziale che esiste tra questo regno e quello delle piante, è dato dalla composizione chimica della parete cellulare degli organismi che appartengono ai due regni: nelle piante vi è la massiccia presenza di sostanza cellulosa, in quello dei funghi l'elemento essenziale è invece la chitina.

Il regno dei protisti

Eccoci giunti all'ultimo regno, quello delle alghe (protista). Questi organismi sono provvisti di una cellula procariotica, sono in grado di svolgere la fotosintesi clorofilliana ma non hanno la suddivisione del corpo in un cormo – non sono organizzati su una radice, un fusto e delle foglie – cosa che invece, come detto, accade nelle piante.

Altri contenuti di scienze