Scienze forestali e ambientali: 10 lavori che puoi fare con questo corso di laurea

Scienze forestali e ambientali: scopriamo i dieci lavori che puoi fare se scegli di seguire questo corso di laurea

Scienze forestali e ambientali: 10 lavori che puoi fare con questo corso di laurea
getty-images

Scienze forestali e ambientali: 10 lavori possibili

Fonte: getty-images

La laurea in Scienze forestali e ambientali offre molteplici occasioni e possibilità di lavoro sia nel settore pubblico che privato. Da tempo infatti lo studio dei diversi ecosistemi e la ricerca della sostenibilità sono diventati argomenti essenziali non solo nel dibattito scientifico, ma anche in quello pubblico.

Laurea in Scienze forestali e ambientali: come funziona

Il corso di laurea in Scienze forestali e ambientali porta alla scoperta del complesso e delicato equilibrio degli ecosistemi. La formazione prevede la possibilità di acquisire competenze che riguardano matematica, chimica, fisica, biologia, geofisica, zoologia e microbiologia.

Lo studio non è solamente teorico, ma comprende anche attività di laboratorio e uscite sul campo con l’obiettivo di sviluppare la capacità di analisi e di elaborazione dati in vari ambiti. Nel corso del percorso formativo gli studenti imparano a riconoscere e classificare le componenti del territorio, ad analizzare nel complesso gli ecosistemi e ad utilizzare tecnologie e metodi di raccolta dati. 

Le lezioni riguardano anche le norme giuridiche che si occupano di regolare l’ambiente e lo sviluppo di progetti. In generale questo corso di laurea è caratterizzato da una grande interdisciplinarità delle conoscenze che permette ai laureati di approfondire numerose tematiche.

La laurea Triennale e Magistrale in Scienze forestali e ambientali

La laurea triennale in Scienze forestali e ambientali offre una solida preparazione in alcune discipline di base, fornendo tutti gli strumenti per svolgere ricerche e analisi. I laureati triennali inoltre sono in grado di applicare il metodo scientifico per analizzare i processi, i sistemi e i problemi che riguardano l’ambiente.

La laurea triennale in Scienze forestali e tecnologie fornisce una preparazione professionale di base. Se dopo la laurea vuoi proseguire nella tua formazione potresti iscriverti al biennio successivo. La laurea magistrale infatti conferisce le conoscenze e le competenze multidisciplinari per l’analisi e la gestione degli ecosistemi.

Consente di assumere ruoli di responsabilità e di guidare progetti importanti, svolgendo attività di coordinamento e pianificazioni in strutture ed enti di vario tipo. La formazione magistrale, rispetto a quella magistrale, offre un potenziamento delle conoscenze disciplinari grazie a vari piani studio e curricula che permettono di approfondire gli studi in alcuni ambiti e settori delle scienze ambientali.

Perché laurearsi in Scienze forestali e ambientali

La laurea in Scienze forestali e ambientali offre moltissimi sbocchi lavorativi. Consente non solo di occuparsi dell’ambiente, ma anche di confrontarsi con tematiche attuali come l’inquinamento, il dissesto idrogeologico, il cambiamento climatico e lo sfruttamento delle risorse naturali. Studiare la natura dunque apre numerose strade, con una scelta eterogenea di professioni.

Biologo

Il biologo si occupa di studiare lo sviluppo e la struttura degli organismi e le loro interazioni. Per intraprendere questa professione è necessario, dopo la laurea in Scienze forestali e ambientali, superare l’Esame di Stato. Questo step consente di iscriversi all'Albo professionale dei biologi per operare sia in strutture pubbliche che private.

Ecologo

L’ecologo è una figura professionale molto richiesta dalle aziende che puntano alla sostenibilità. Si occupa infatti di fornire consulenza riguardo il monitoraggio e la pianificazione delle attività al fine di preservare la biodiversità, valutando anche l’inquinamento e gli aspetti idrogeologici.

Per esercitare la professione di ecologo, come per il biologo, è richiesta l’iscrizione all’Ordine.

Tecnico del controllo ambientale

Il tecnico del controllo ambientale è una figura simile a quella dell’ecologo. La professione però non richiede l’iscrizione obbligatoria all’Ordine dei Biologi. Il tecnico del controllo ambientale fornisce consulenze, sia tecniche che giuridiche, a imprese, aziende ed enti, effettuando sopralluoghi negli impianti produttivi, prelevando campioni da analizzare in laboratorio e verificando il rispetto di tutte le normative.

Educatore ambientale

Le tematiche ambientali ti stanno a cuore? Se vuoi diffondere una maggiore consapevolezza e conoscenza riguardo questo argomento l’educatore ambientale è il lavoro che fa per te. Questo professionista crea e realizza programmi volti a valorizzare e far conoscere i beni naturalistici, svolgendo un lavoro di divulgazione.

Divulgatore scientifico

Il divulgatore scientifico opera in team con gli educatori ambientali, creando un legame fra la scienza e il pubblico. Questa figura professionale può svolgere il suo lavoro di divulgazione in tanti modi differenti, tramite video, articoli, libri o presentazioni, anche attraverso eventi o festival.

Guida naturalistica

Una laurea in Scienze forestali e ambientali conferisce la formazione giusta per diventare guida naturalistica. Una figura che accompagna gruppi di persone alla scoperta di paesaggi, riserve naturali ed ecosistemi, esplorando le bellezze della natura.

Tecnico agronomo

I laureati in Scienze forestali e ambientali possono iscriversi all’albo dei dottori agronomi. Questa professione consiste nel fornire una consulenza agronomica ad enti pubblici o aziende. Il tecnico agronomo può lavorare nell’ambito di processi agroalimentari e zootecnici, ma anche occuparsi di gestire lo sviluppo del verde pubblico.

Consulente per i beni culturali

Spesso i laureati in Scienze forestali e ambientali vengono contattati dai musei per contribuire alla conservazione dei beni culturali. Le opere d’arte infatti spesso attaccate dai microorganismi, dunque è necessario l’intervento di un esperto. I consulenti naturalisti vengono contattati anche durante gli scavi archeologici per studiare e catalogare i resti vegetali, la paleoflora e i pollini. Infine nei musei sono sempre presenti dei professionisti che catalogano e presentano le raccolte naturalistiche.

Insegnante

Una laurea in Scienze forestali e ambientali fornisce competenze multidisciplinari in fisica, matematica e scienze naturali che si possono sfruttare nel settore della formazione e in quello scolastico. La maggior parte dei corsi di laurea infatti sono strutturati in modo da consentire ai laureati l’acquisizione dei crediti formativi utili per insegnare scienze e matematica presso le scuole secondarie di primo grado.

Ricercatore universitario

Se lo studio intrapreso ti ha appassionato, dopo la laurea in Scienze forestali e ambientali potresti pensare di intraprendere una carriera accademica, tramite il dottorato o, in alternativa, lavorando presso un centro di ricerca scientifica.

Leggi altri contenuti in ambito scientifico

Un consiglio in più