I nostri speciali

STEM - ragazze e scienza

Sci-Tech Challenge: il Cannizzaro di Roma eccelle nelle STEM

Di Veronica Adriani.

Vincitore nazionale nello sviluppo di un progetto in campo energetico, parteciperà alla finale europea di metà maggio

SCI-TECH CHALLENGE: COS'È

Lo Sci-tech challenge è il progetto di Junior Achievement ed ExxonMobil che avvicinai ragazzi delle scuole superiori alle materie scientifiche e alle professioni STEM.
Lo Sci-tech challenge è il progetto di Junior Achievement ed ExxonMobil che avvicinai ragazzi delle scuole superiori alle materie scientifiche e alle professioni STEM. — Fonte: istock

Sci-Tech Challenge è il programma didattico sviluppato a livello europeo da Junior Achievement e dal Gruppo ExxonMobil. Obiettivo dell'iniziativa è avvicinare i ragazzi al mondo STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) e a percorsi di studio in campo scientifico-tecnologico.

Nel corso degli anni lo Sci-Tech Challenge ha visto la partecipazione di 10 Paesi con oltre 70.000 studenti delle scuole superiori che hanno avuto l’opportunità di avvicinarsi al mondo della scienza e della tecnologia. Ad affiancare gli studenti, attraverso lezioni in classe e sessioni di mentoring durante le sfide finali del programma, sono stati oltre 1.000 volontari delle affiliate europee del Gruppo ExxonMobil.

In Italia l’iniziativa ha raggiunto quest’anno la settima edizione e ha coinvolto circa 1.000 studenti di 40 classi di alcuni Licei Scientifici che nei mesi scorsi hanno partecipato ad incontri sul mondo dell’energia tenuti da ingegneri e professionisti della Esso Italiana e della SARPOM – società del Gruppo ExxonMobil in Italia.

SCI TECH-CHALLENGE: SFIDA NAZIONALE ED EUROPEA

La sfida nazionale appena conclusa a Roma è una vera e propria “maratona” a cui hanno preso parte 50 liceali provenienti da diverse Regioni d’Italia.
Suddivisi in gruppi, gli studenti hanno sviluppato un progetto applicato al sistema dei trasporti in occasione di un grande evento sportivo, affiancati da esperti della Esso Italiana e della SARPOM. I progetti sviluppati sono stati valutati da una giuria altamente qualificata; ad aggiudicarsi il primo posto sono stati gli studenti Gabriele Cialdea, Giulia Cunsolo, Chiara Ferilli, Fancesco Loporcaro e Nicole Nobili del Liceo Scientifico Stanislao Cannizzaro di Roma, che a maggio sfideranno i loro colleghi europei in una challenge internazionale.

La European Sci-Tech Challenge è la finale europea in programma a Bruxelles a cui prenderanno parte i team vincitori delle sfide nazionali degli altri Paesi partecipanti quest’anno all’iniziativa – Belgio, Paesi Bassi e Romania – e in cui i team saranno “internazionali” in quanto composti da studenti dei vari paesi.

“Iniziative come il programma Sci-Tech Challenge permettono ai nostri studenti di venire a contatto con il mondo dell’impresa e le sfide di mercato e, al tempo stesso, con la crucialità di tematiche legate alla STEM literacy” spiega Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia. “Il pensiero critico e l’alfabetizzazione scientifica sono ormai competenze imprescindibili per affrontare con successo tutti i lavori del futuro".

STEM: le storie raccolte da Studenti.it