Le invasioni di Saraceni, Ungari e Normanni: riassunto delle invasioni

Di Redazione Studenti.

Saraceni, Ungari e Normanni: riassunto di storia sulle invasioni in Europa nel medioevo

Saraceni, Ungari e Normanni

Saraceni, Ungari e Normanni: riassunto delle invasioni
Saraceni, Ungari e Normanni: riassunto delle invasioni — Fonte: getty-images

Tra la fine del IX e l'inizio del X secolo l'Europa tornò ad essere oggetto di scorrerie e di invasioni. A causa delle terribili conseguenze delle invasioni nel 909 i vescovi che si riunirono nel concilio di Reims sostennero che la collera di Dio si era abbattuta sulla terra. Invasioni di Scandinavi dal nord, Ungari dall'est e Saraceni dal sud.  

I Saraceni

I Saraceni erano predoni musulmani che provenivano dalle coste dell'Africa settentrionale e dalla Spagna si addentrarono nel Mediterraneo con le loro incursioni piratesche. Si insediarono in:

  • Spagna.
  • Corsica.
  • Baleari.
  • Puglia.
  • Campania.
  • Provenza.

Verso l'890 un gruppo di musulmani di Spagna si era insediato vicino all'odierno Saint-Tropez, chiamato per la sua vegetazione Freinet (Frassineto). I Saraceni saccheggiavano i villaggi, depredavano i pellegrini attaccando abbazie e monasteri. Si spinsero lungo il corso del Reno, in Borgogna e nell'attuale Svizzera.
L'unico modo per fermare i Saraceni era porli sotto assedio e causa della posizione geografica del Frassino e quindi circondarli con delle flotte dal mare.

Non erano considerati pericolosi per la stabilità dell'Occidente cristiano. I loro attacchi non avevano come scopo la conquista si nuovi territori ma esclusivamente la loro razzia.

Gli arabi attuarono un processo di espansione in:

  • Spagna.
  • Italia meridionale.

In Spagna furono fermati dalla Marca Hispanica (barriera creata da Carlo Magno dotata di una sua autonomia e dalla sua capitale  Barcellona grande importanza strategica ed economica).   
Ai cristiani rimasero:

  • Marca Hispanica.
  • Piccoli regni di Navarra.
  • Piccoli regni delle Asturie.

Tra l'827 e il 902 l'Italia meridionale fu conquistata dagli arabi che riuscirono ad impossessarsi anche della Sicilia.

Gli Ungari

Gli Ungari si insediarono nelle pianure del medio Danubio.

Compirono razzie in:

  • Germania;
  • Italia;
  • Francia.

Nel 955 Ottone I (re di Germania) sconfisse gli Ungari a Lechfeld sconfitta che mise fine alle razzie degli invasori e diede vita alle marche (territori posti sui confini some difesa "zone cuscinetto"). Gli Ungari si insediarono definitivamente in Pannonia (odierna Ungheria). Negli anni 996-997 il re Vajk si convertì al cristianesimo per sposare una bavarese e fu incoronato con il nome di Stefano. Visti inizialmente come nemici, gli Ungari divennero fattore di rafforzamento per la politica Europea.

I Normanni

Normanni, riassunto
Normanni, riassunto — Fonte: getty-images

I normanni (cioè uomini del Nord) erano originari delle regioni scandinave. Non sono chiari i motivi che li spinsero ad abbandonare la Scandinavia.  Erano abili e spericolati marinai, dotati di velocissime navi.  

Ascolta su Spreaker.

Norvegesi e svedesi

I norvegesi furono i primi uomini del Nord che abbandonarono la loro terra. Compirono incursioni in: Francia, Scozia, Irlanda, Coste occidentali dell'Inghilterra, Islanda, Groenlandia scoperta dal navigatore Eric Rosso (981) e America del Nord. Gli svedesi (varenghi) si diressero verso sud-est. Erano mercanti e mercenari al servizio delle tribù slave e dell'imperatore di Bisanzio. Si impadronirono di città e fondarono dei principati.

I danesi

I danesi si mossero verso: Inghilterra e Francia. Compivano razzie ma in seguito iniziarono a stabilirsi nei luoghi che depredavano.   Gli stanziamenti furono "ufficializzati" dai sovrani attraverso il rapporto vassallatico: il sovrano accettava il capo danese tra i suoi vassalli e gli concedeva il dominio delle terre che costui aveva già occupato in cambio di aiuto militare in caso di guerra. - Il danese Rollone si accordò con il re di Francia Carlo il Semplice, ricevendo i territori sulla foce della Senna in cambio della difesa il territorio andò ampliandosi e prese il nome di Normandia.