Romeo e Giulietta di William Shakespeare: trama, analisi e personaggi

Romeo e Giulietta di William Shakespeare: trama, analisi e personaggi A cura di Teresa Bosica.

Storia e personaggi di Romeo e Giulietta, la tragedia di William Shakespeare composta tra il 1594 ed il 1596. Trama e analisi dell'opera ambientata a Verona nel 1500

1Romeo e Giulietta – le fonti dell’opera

Romeo e Giulietta di Shakespeare: la scena del balcone
Romeo e Giulietta di Shakespeare: la scena del balcone — Fonte: getty-images

Romeo e Giulietta, scritta da William Shakespeare tra il 1594 e il 1595, fu pubblicata per la prima volta nel 1597. È una delle tragedie più famose e rappresentate del bardo di Stratford-upon-Avon, di cui esistono anche molte versioni cinematografiche, tra cui ricordiamo il film diretto dal regista italiano Franco Zeffirelli nel 1968, e il film diretto dal regista australiano Baz Luhrmann nel 1996, Romeo + Juliet, ambientato in California in tempi moderni. 

La fonte principale di Shakespeare fu un poema del poeta inglese Arthur Brooke intitolato The Tragicall Historye of Romeus and Juliet (La Tragica Storia di Romeo e Giulietta), pubblicato nel 1562 e ispirato ad alcune novelle italiane rinascimentali, un genere molto popolare in Europa in quel periodo. 

Di solito nel ‘500 le novelle italiane scritte da Boccaccio, Masuccio Salernitano, Giraldi Cinzio e Matteo Bandello, erano tradotte prima in francese e poi nelle altre lingue europee. Molte di queste novelle furono raccolte da William Painter in un’antologia dal titolo Palace of Pleasure (Il Palazzo del Piacere, 1566-1567), fu così che la storia di Romeo e Giulietta raggiunse l’Inghilterra. Il primo a raccontare dei due amanti sfortunati fu Masuccio Salernitano nella raccolta Cinquanta Novelledel 1476, la storia era ambientata a Siena invece che a Verona e i due amanti avevano anche nomi diversi.  

Un’altra versione fu scritta nel 1530 da Luigi da Porto, che ambientò la storia a Verona e i nomi dei protagonisti erano Romeo Montecchi e Giulietta Cappelletti. Sarà il racconto di Matteo Bandello, incluso nella raccolta Novelle del 1554 a contenere molti elementi ed eventi che saranno ripresi da William Shakespeare, il quale riuscì a migliorare e superare la storia originale.  

I cambiamenti apportati dal bardo sono vari, innanzitutto il tempo dell’azione si riduce a un tempo brevissimo, quattro giorni e quattro notti invece che diversi mesi, rendendo quindi più intensi la tensione e i sentimenti presenti nell’opera. Shakespeare affronta il tema del rapporto tra genitori e figli e la mancanza di comunicazione tra due generazioni diverse che non è affrontato nelle fonti precedenti.  

2Trama di Romeo e Giulietta

La tragedia, divisa in cinque atti e ambientata a Verona, inizia con un prologo scritto in forma di sonetto, che introduce la storia d’amore tra i due amanti separati da un vecchio conflitto, di cui non viene spiegato il motivo, scoppiato tra le loro famiglie: i Montecchi e i Capuleti. La rivalità tra le due famiglie finirà solo con la morte di Romeo e Giulietta.   

Nel primo atto, che copre l’arco di un’intera giornata, assistiamo a una rissa per le strade di Verona tra le famiglie rivali dei Montecchi e dei Capuleti, che viene fermata dall’intervento del Principe di Verona, Escalus, il quale avverte i componenti delle due famiglie di non litigare più, pena la morte. Incontriamo per la prima volta Romeo Montecchi, innamorato di Rosalina, una Capuleti, che non lo corrisponde.   

Romeo e Giulietta di Shakespeare: Atto 1 - Scena 5
Romeo e Giulietta di Shakespeare: Atto 1 - Scena 5 — Fonte: getty-images

Pur di incontrare la ragazza Romeo decide di partecipare con i suoi amici alla festa in maschera organizzata dai Capuleti quella sera stessa, certo che non saranno riconosciuti grazie alle maschere. Al ballo Romeo incontra Giulietta Capuleti, non ancora quattordicenne; i due si innamorano a prima vista, ma presto scoprono la loro vera identità. Intanto il padre di Giulietta ha promesso la figlia in sposa al Conte Paride, parente del Signore di Verona. 

Nel secondo atto Romeo, pur sapendo di rischiare la vita, entra clandestinamente nella proprietà dei Capuleti e raggiunge il balcone di Giulietta. La ascolta mentre parla ad alta voce del suo amore per lui; a questo punto il ragazzo palesa la sua presenza e dichiara il suo amore a Giulietta. I due innamorati decidono di sposarsi in segreto al più presto.  

Il giorno successivo Giulietta manderà da Romeo un messaggero per sapere dove e quando si sposeranno. La mattina seguente Romeo si reca in chiesa da Frate Lorenzo per convincerlo a celebrare il matrimonio. Frate Lorenzo acconsente pensando che l’amore tra i due giovani possa finalmente mettere fine alla faida tra le due famiglie. 

Romeo e Giulietta, atto 3
Romeo e Giulietta, atto 3 — Fonte: getty-images

Giulietta si confida con la sua balia e la manda da Romeo che le riferisce il piano del matrimonio. La ragazza dovrà recarsi in chiesa da Frate Lorenzo con la scusa di doversi confessare e qui saranno celebrate le nozze. Inoltre, Romeo consegna alla balia una scala di corda che gli permetterà di raggiungere il suo amore la notte di nozze. 

Il terzo atto è il più lungo e ricco di eventi. Dopo il matrimonio segreto tra Romeo e Giulietta, Tebaldo, il cugino dal temperamento irascibile di Giulietta, cerca Romeo per sfidarlo a duello. Romeo cerca di evitare litigi e si rifiuta di combattere, ma scoppia lo stesso una rissa durante la quale il suo amico Mercuzio viene ucciso da Tebaldo. Romeo uccide Tebaldo per vendicare la morte di Mercuzio.  

Romeo e Giulietta: Atto 4, Scena 2
Romeo e Giulietta: Atto 4, Scena 2 — Fonte: getty-images

I Capuleti chiedono al principe di Verona di condannare a morte Romeo, ma questi lo condanna invece all’esilio. La balia informa Giulietta dell’accaduto e la ragazza si dispera sia per la morte del cugino sia per la condanna del suo amato. Romeo trova rifugio presso Frate Lorenzo e prima di partire per Mantova, trascorre la notte con Giulietta

Intanto i genitori della ragazza organizzano il suo matrimonio con il Conte Paride, ma lei si oppone e rifiuta di sposarlo, quindi il padre minaccia di diseredarla e di cacciarla da casa. Infine Giulietta finge di acconsentire al matrimonio. 

Nel quarto atto una disperata Giulietta cerca l’aiuto di Frate Lorenzo. Questi le fornisce una pozione che la farà dormire per quarantadue ore e farà credere a tutti che sia morta. Frate Lorenzo invia un messaggio a Romeo tramite Frate Giovanni per informarlo del loro piano. Giulietta viene deposta nella tomba di famiglia. 

Nel quinto e ultimo atto la situazione precipita ulteriormente. Per un terribile scherzo del destino, il messaggio di Frate Giovanni non arriverà mai a destinazione, infatti, a causa di un’epidemia di peste la città è in quarantena e non è possibile raggiungerla.  

Romeo e Giulietta, scena n. 3: la morte di Romeo.
Romeo e Giulietta, scena n. 3: la morte di Romeo. — Fonte: getty-images

Baldassarre, il servo di Romeo, che ha assistito al funerale della ragazza, lo informa della morte di Giulietta e Romeo, disperato, si reca a Verona, ma prima compra del veleno con l’intenzione di togliersi la vita accanto al corpo della sua amata. Davanti al sepolcro di Giulietta trova Paride che vuole impedirgli di vederla e lo uccide, dopo aver abbracciato Giulietta un’ultima volta, beve il veleno e muore. 

Frate Lorenzo accorre alla tomba dei Capuleti in tempo per il risveglio di Giulietta, cerca di convincerla ad andare via, ma alla vista del corpo di Romeo ormai privo di vita, si uccide con il pugnale di Romeo. Frate Lorenzo spiega quanto accaduto ai Montecchi e ai Capuleti che finalmente comprendono i loro errori e le tragiche conseguenze provocate dalla loro faida e decidono di riconciliarsi. 

3Romeo e Giulietta: temi trattati e personaggi principali

Romeo e Giulietta: incizione del 1870
Romeo e Giulietta: incizione del 1870 — Fonte: istock

L’amore romantico, intenso e passionale è il tema dominante in Romeo e Giulietta. I due sfortunati amanti troveranno molti ostacoli sul loro breve cammino insieme come la rivalità tra le loro famiglie che si odiano reciprocamente. Romeo e Giulietta cercano di fuggire da quest’odio, ma il destino li condurrà a una morte violenta e prematura

Shakespeare non esplora solo il tema dell’amore passionale, ma anche altri aspetti dell’amore, per esempio Paride collega l’amore all’idea di decoro, mentre per la balia di Giulietta l’amore è soprattutto fisico e sensuale. Il padre di Giulietta vede l’amore come un accordo di convenienza per unire due famiglie e impone alla figlia di sposare il Conte paride, anche se lei non lo ama, questo ci fa capire che Giulietta non è padrona del proprio cuore, non può ribellarsi alle regole imposte dalla società in cui vive, ma deve accettare e rispettare il volere paterno. 

Romeo e Giulietta è una tragedia in cui il destino e la mancanza di comunicazione hanno un ruolo determinante, infatti, lo svolgimento della storia si basa spesso sui messaggi riportati dai vari personaggi, per esempio la balia di Giulietta le riporta i messaggi pieni di speranza di Romeo, ma anche notizie tragiche come la morte di suo cugino Tebaldo e la condanna all’esilio di Romeo. 

Giulietta e Frate Lorenzo
Giulietta e Frate Lorenzo — Fonte: getty-images

Shakespeare mette in risalto il fatto che questi messaggi possono essere consegnati erroneamente come capita a Frate Lorenzo che, pur se nelle migliori intenzioni, mette in moto una serie di eventi che avranno conseguenze tragiche. Egli invia un messaggio a Romeo tramite Frate Giovanni per informarlo che Giulietta non è morta, ma questo messaggio non arriva mai a destinazione, mentre Baldassarre gli riferisce la falsa notizia della morte di Giulietta.  Il caso vuole che la ragazza si svegli subito dopo che Romeo si è tolto la vita accanto alla sua tomba e, disperata, a sua volta, si uccide. 

Balcone di Giulietta, Verona
Balcone di Giulietta, Verona — Fonte: istock

Romeo e Giulietta sono due individui con personalità molto diverse tra loro. Giulietta è un personaggio molto complesso, all’inizio dell’opera appare come una ragazza timida, innocente e ubbidiente, quando si innamora di Romeo, dimostra grande forza d’animo e maturità, combatte per il suo amore con grande coraggio. È una donna vera, non una donna da idealizzare come nella tradizione dell’amore cortese, anche il linguaggio che usa è concreto e realistico

Romeo è un ragazzo appassionato, ma anche impulsivo. Quando lo incontriamo per la prima volta, veniamo a sapere che è innamorato di Rosalina, ma poche ore dopo incontra Giulietta e si innamora di lei immediatamente. Questo può indurci a pensare che Romeo sia un ragazzo dal cuore instabile, ma ben presto, con le sue azioni, ci dimostra la sua profonda lealtà nei confronti di Giulietta e il linguaggio che usa per esprimere il suo amore è altamente poetico, come è evidente soprattutto nella famosa scena del balcone del secondo atto. 

Giulietta, la morte ha libato il miele del tuo respiro ma nulla ha potuto sulla tua bellezza. W. Shakespeare

3.1GUARDA IL VIDEO SU ROMEO E GIULIETTA DI SHAKESPEARE