Rinuncia agli studi: cosa significa, che succede se si rinuncia agli studi, quanto si paga

Siete alla ricerca di informazioni sulla rinuncia agli studi? Vediamo insieme di cosa si tratta, cosa comporta e quali sono le alternative.

Rinuncia agli studi: cosa significa, che succede se si rinuncia agli studi, quanto si paga

La rinuncia agli studi

Siete degli studenti dell'università che hanno deciso di mettere fine al percorso di studi? La rinuncia agli studi è una decisione difficile per ogni studente. Le ragioni per le quali si può voler porre fine a percorso di laurea, prima del conseguimento del diploma, possono essere molteplici. Ci sono molti studenti che al tempo stesso lavorano e che non riescono a trovare tempo per frequentare le lezioni, studiare per preparare gli esami, oppure altri che nel corso degli studi si rendono conto che il corso di laurea scelto non fa per loro. In ogni caso, non si tratta di un passo semplice da compiere, seppur importante. Se vi trovate a fare i conti con questa decisione, dovete considerare tutti i fattori in gioco, come ad esempio i costi che la rinuncia agli studi può comportare. Nei paragrafi a seguire andremo a vedere esattamente di cosa si tratta, come fare la rinuncia agli studi, le conseguenze e a considerare anche l’aspetto finanziario.

Che succede se si rinuncia agli studi

Come dicevamo nell’introduzione, per rinuncia agli studi si intende la decisione volontaria di uno studente di interrompere il proprio percorso di istruzione universitaria prima del suo completamento. Indipendentemente dal tipo di motivazione che porta l’individuo a prendere una decisione del genere, non si tratta di una scelta semplice, in quanto una volta completata e approvata la richiesta non si torna indietro. Diventa fondamentale comprendere le conseguenze della rinuncia agli studi prima di avviare il procedimento. Prima su tutte: l’impossibilità di conseguire il certificato di laurea. Il percorso di studi intrapreso e cui lo studente rinuncia, verrà cancellato. Cosa comporta? Gli eventuali esami e le idoneità non avranno più validità una volta completata la rinuncia agli studi. Per poter ottenere un certificato di laurea sarà necessario intraprendere un nuovo corso dall’inizio. Un’altra conseguenza importante da considerare prima di procedere con la rinuncia agli studi è l’impatto economico. Per iscriversi all’università bisogna pagare delle tasse, che gravano sugli studenti anche negli anni successivi. Tutte le spese relative al corso di laurea non verranno rimborsate. Inoltre, se lo studente aveva ottenuto una borsa di studio potrebbe essere richiesta la restituzione della quota. Inoltre, se si decide poi di ricominciare gli studi presso un’altra facoltà della stessa università non si potrà fare di nuovo la domanda per l’aiuto economico per quello stesso anno accademico. Dunque, la rinuncia agli studi potrebbe causare costi maggiori per l’istruzione in futuro.

Alternative alla rinuncia agli studi

Come avrete compreso, prima di optare per la rinuncia agli studi è sempre meglio prendere in considerazione la situazione e le conseguenze. Si tratta di una scelta che deve essere ponderata, perché non si può tornare indietro. Se la state valutando, ma non siete ancora sicuri, dovete sapere che ci sono delle alternative che potete considerare e che possono rivelarsi migliori per la vostra situazione. 

Sospensione della carriera universitaria

Se state vivendo un periodo particolarmente impegnato, per vari motivi che possono essere personali o lavorativi, potete optare per una pausa dagli studi. Parliamo della sospensione della carriera universitaria che “congela” il vostro percorso per un determinato periodo di tempo.

Durante questa fase non potrete sostenere gli esami del vostro piano di studi. Ci sono comunque i costi da valutare, che possono essere coinvolti. Inoltre, in base alla durata della sospensione, al ritorno potreste ritrovarvi a dover sostenere degli esami differenti a dover integrare alcune parti di esami già sostenuti.

Cambio di corso di studio

Avete iniziato il corso di laurea presso la facoltà che avete scelto e avete già sostenuto degli esami, ma nel corso del tempo avete capito che non vi piace poi cosí tanto? Intraprendere il percorso sbagliato è più comune di quanto pensate. Finché non si tocca con mano è difficile capire ed essere sicuri al 100% che le materie presenti nel proprio piano di studi siano quelle che effettivamente appassionano. In questo caso potreste valutare un cambio di corso di studi. Se avete dei dubbi fate questo Test orientamento universitario: scopri per quale facoltà sei più portato. Il passaggio di corso è un’opzione alternativa alla rinuncia agli studi che potrete considerare. In particolare se state pensando di scegliere un corso simile potreste ottenere la convalida di qualche esame.

Trasferimento a un altro ateneo

State affrontando delle difficoltà presso la vostra università o nella città in cui vivete? Le problematiche degli studenti possono andare al di là delle materie o degli esami che si ritrovano a dover fronteggiare. Chi sceglie un ateneo lontano dalla propria città e si trasferisce per gli studi può rendersi conto di non ambientarsi facilmente o può capitare che la nuova città non piaccia. Una situazione di malessere può riflettersi anche sugli studi universitari. In questi casi, prima di scegliere direttamente la rinuncia agli studi si può prendere in considerazione il trasferimento a un’altra università, magari più vicina alla propria città natale. Questo procedimento può essere valutato anche per chi pensa di aver scelto la facoltà adatta, ma ha difficoltà con le materie e il piano di studi. Verificate i programmi e gli esami degli stessi corsi di laurea presso altri atenei. Potreste trovare situazioni migliori che possono favorire i vostri studi.

Come fare la rinuncia agli studi

Se avete valutato bene la vostra situazione e deciso procedere con la rinuncia agli studi vi starete chiedendo come si fa. Sul sito della vostra università troverete la sezione dedicata. Ci sarà sicuramente un modulo apposito da stampare. Questo dovrà poi essere compilato con i vostri dati, firmato e presentato in segreteria con la marca da bollo. In base all’ateneo, vi verrà chiesto di verificare la situazione delle vostre tasse e di consegnare il badge e il libretto degli esami. 

Ascolta il podcast sull'orientamento universitario

Ascolta su Spreaker.

Leggi altri contenuti di Università

Cosa fare dopo il diploma? Guarda il video

Un consiglio in più