Rientro in classe 2020: faq e regole MIUR

Di Maria Carola Pisano.

Rientro in classe 2020: norme e FAQ MIUR per riprendere la scuola in sicurezza. Cosa sapere su mascherine, distanziamento e gestione dei casi sospetti

RIENTRO IN CLASSE 2020

Rientro in classe 2020: dal MIUR norme e FAQ
Rientro in classe 2020: dal MIUR norme e FAQ — Fonte: istock

Primo giorno di scuola dopo il coronavirus in Italia, oggi ritornano in classe oltre 5 milioni di studenti (mentre alcune regioni hanno rimandato l'apertura a fine mese, dopo la pausa per le elezioni). Come si torna in classe? Durante gli ultimi giorni il MIUR ha diffuso tutte le informazioni utili a una ripartenza in sicurezza e le risposte alle domenda più frequenti sul rientro a scuola. 

Il MIUR ha creato una sezione del sito dedicata con tutte le norme per una ripartenza in presenza e le risposte alle domande più frequenti, di cui trovate una sintesi di seguito:

Quando si torna a scuola?

  • Il Ministero ha individuato centralmente la data del 14 settembre ma alcune regioni hanno deciso di posticipare. Ecco chi rientrerà in classe nei prossimi giorni:
  • Friuli Venezia Giulia: 16 settembre
  • Sardegna: 22 settembre
  • Puglia: 24 settembre
  • Calabria: 24 settembre
  • Basilicata: 24 settembre
  • Abruzzo: 24 settembre
  • Campania: 24 settembre

Si farà ancora didattica a distanza? 

  • La didattica a distanza sarà integrata a quella in presenza per le suole secondarie di secondo grado. Solo in caso di una nuova sospensione delle attività in presenza, dovuta a motivi emergenziali, si renderà necessario il ricorso alla Didattica Digitale Integrata per tutti gli altri gradi di scuola.

Le lezioni in aula si svolgeranno con la mascherina?

  • Il Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza (CTS) ribadisce che, nelle situazioni in cui non sia possibile garantire il distanziamento fisico descritto, sarà necessario l'utilizzo della mascherina per gli studenti di età superiore a 6 anni.

Sarà la scuola a distribuire le mascherine?

  • Sì, la scuola fornirà quotidianamente le mascherine di tipo chirurgico a tutto il personale e agli studenti, grazie alla fornitura di 11 milioni di dispositivi al giorno messi a disposizione dal Commissario straordinario per l’emergenza.

Si può andare con la febbre a scuola?

  • No, in questo caso docenti, personale ATA e studenti hanno l'obbligo di rimanere in casa in presenza di temperatura oltre i 37,5° o altri sintomi simil-influenzali.

La temperatura si misura a casa? 

  • Sì, questo per evitare il rischio di contagio nel tragitto casa-scuola.

Le lezioni durano 60 minuti?

  • L'orario delle lezioni può variare a seconda dell'organizzazione delle scuole.

Come funzionerà la mensa? 

  • Ci saranno i diversi turni tra classi e dove i locali mensa non siano presenti o vengano “riconvertiti” in spazi destinati ad accogliere gruppi/sezioni per l’attività didattica ordinaria, il pasto potrà essere consumato in aula garantendo l’opportuna aerazione e sanificazione degli ambienti e degli arredi utilizzati prima e dopo il consumo del pasto. 

Come si procede se l’alunno risulta positivo al test?

Se il test è positivo, il Dipartimento di prevenzione della Asl notifica il caso e la scuola avvia la ricerca dei contatti e le azioni di sanificazione straordinaria della struttura scolastica nella sua parte interessata. Per il rientro in comunità bisognerà attendere la guarigione clinica (cioè la totale assenza di sintomi) dell’alunno. La conferma di avvenuta guarigione prevede l’effettuazione di due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro. Se entrambi i tamponi risulteranno negativi l’alunno potrà definirsi guarito, altrimenti proseguirà l’isolamento. Il Referente scolastico COVID-19 deve fornire al Dipartimento di prevenzione l’elenco dei compagni di classe nonché degli insegnanti del caso confermato che sono stati a contatto nelle 48 ore precedenti l’insorgenza dei sintomi. I contatti stretti individuati dal Dipartimento di prevenzione con le consuete attività di tracciamento dei contatti, saranno posti in quarantena per 14 giorni dalla data dell’ultimo contatto con il caso confermato. Il Dipartimento di prevenzione deciderà la strategia più adatta in merito ad eventuali screening al personale scolastico e agli alunni.

Il MIUR ha pubblicato di recente il documento con le indicazioni operative per la gestione dei casi e dei focolai nelle scuole, che trovate a questo indirizzo

In occasione del rientro in classe 2020 noi di Studenti.it abbiamo organizzato una diretta social con un'insegnante d'inglese per parlare del bilancio del primo giorno di scuola. Seguitela su: