Rientro a scuola, la soluzione sono gli orari differenziati

Di Redazione Studenti.

Rientro a scuola: c'è chi suggerisce di adottare gli orari differenziati. Ecco la proposta e le possibili soluzioni per il ritorno in classe

RIENTRO A SCUOLA

Il Ministero e il Governo sono stati chiari: il 7 gennaio avverrà il tanto atteso rientro a scuola, probabilmente con un nuovo orario di entrata. Per questo motivo, le Regioni sono al lavoro per sistemare i problemi collaterali al rientro in classe, fra tutti l'affollamento sui mezzi pubblici, la prospettiva che preoccupa maggiormente.

RIENTRO A SCUOLA, LOMBARDIA

La Lombardia non fa eccezione, nella preparazione al rientro. A Mattino 5, il Presidente Fontana ha fatto sapere che:

Come Regione stiamo coordinando una serie di tavoli con le Province per cercare di organizzare quello che io chiedo al Governo dalla scorso mese di maggio: per evitare assembramenti sul trasporto pubblico locale è necessario dilazionare gli ingressi è l’inizio delle diverse attività, sia scolastiche sia lavorative. Questo è l’unico sistema.

E, continua:

Dobbiamo fare in modo che la gente inizi in orari differenziati, in modo che non si presentino tutti alle singole fermate. Adesso noi stiamo preparando un progetto che manderemo al Governo sperando che ci venga incontro, perché sono scelte che, soprattutto per quanto riguarda l’inizio delle attività lavorative, comportano delle determinazioni e degli accordi a livello nazionale, perché vanno a incidere sui contratti nazionali di lavoro.

Fonte: istock