Rientro a scuola, le nuove regole per la quarantena

Di Maria Carola Pisano.

Rientro a scuola, come cambia la gestione dei positivi a scuola: le regole per gestire uno, due o tre positivi nelle medie e nelle superiori

RIENTRO A SCUOLA

Rientro in classe: come cambia la gestione dei positivi e delle quarantene a scuola
Rientro in classe: come cambia la gestione dei positivi e delle quarantene a scuola — Fonte: getty-images

Scuole e Ministero dell'Istruzione sono alle prese con il primo giorno di scuola, nella maggior parte delle regioni, dopo le vacanze di Natale. All'appello mancano solo gli studenti della Sicilia e della Campania: i primi ritorneranno in classe il 12 gennaio e fino ad allora la didattica sarà sospesa mentre i secondi - in base all'ordinanza di De Luca - non prima del 29 dello stesso mese ma la sua decisione è stata impugnata davanti al TAR che ha appena accolto il ricorso presentato da alcuni genitori: da martedì 11 studenti e docenti dovranno tornare in presenza.

GESTIONE DEI POSITIVI A SCUOLA

Per assicurare il ritorno in presenza, in uno scenario in cui si contano circa 2milioni di contagiati attuali, cambia anche la gestione delle quarantene e dei positivi a scuola, norme che cambiano a seconda del grado di istruzione. Nella scuola primaria con un caso di positività si attiva la sorveglianza con testing del gruppo classe: l’attività prosegue in presenza effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività (T0). Il test sarà ripetuto dopo cinque giorni (T5). In presenza di due o più positivi è prevista, per tutta la classe, la didattica a distanza per la durata di dieci giorni

QUARANTENE A SCUOLA: NORME PER MEDIE E SUPERIORI

Nelle medie e nelle superiori, con un solo caso positivo in classe:

  • attività didattica in presenza e obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni; si raccomanda di non consumare pasti a scuola a meno che non possa essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno due metri; si attiva l'autosorveglianza.

Con due positivi:

  • didattica digitale integrata per coloro che non hanno avuto la dose di richiamo e hanno completato il ciclo vaccinale da più di 120 giorni e per coloro che sono guariti da più di 120 giorni. Per tutti gli altri è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’autosorveglianza e l’utilizzo di mascherine ffp2.

Con tre positivi:

  • didattica a distanza per dieci giorni per tutta la classe.

Scopri le ultime novità: