Rientro a scuola 2021, classi dimezzate. La proposta

Di Redazione Studenti.

Proposta dell'Anief per contenere i contagi: massimo 15 alunni per classe. Parte la petizione del sindacato che non ha sottoscritto il Protocollo

RIENTRO A SCUOLA 2021

Proposta per contenere i contagi: non più di 15 alunni per classe
Proposta per contenere i contagi: non più di 15 alunni per classe — Fonte: getty-images

"Il green pass è un palliativo". Così il sindacato Anief motiva la sua petizione nazionale attivata in questi giorni, cui seguirà una class action se questa non dovesse dare frutti. La motivazione di questa presa di posizione in vista del rientro a scuola, secondo Anief, sarebbe questa: inutile il green pass se le classi sono sovraffollate. Il presidente Pacifico spiega infatti che:

Come sindacato abbiamo approfondito, sulla base di studi e numeri ufficiali, che per sdoppiare le attuali classi occorrono da un minimo di 188mila locali in più ad un massimo di 330mila, esattamente il doppio delle attuali. Ecco perché chiediamo lo sdoppiamento delle classi e il parallelo raddoppio dell’organico del personale: è da questa doppia mossa politico-strategica che dipende il futuro della nostra scuola, di chi vi lavora e vi si forma.

Nel frattempo proseguono le proteste contro il green pass obbligatorio a scuola, in attesa del nuovo incontro del 24 agosto richiesto dai sindacati. L'accordo firmato nei giorni scorsi con il MI, infatti, secondo le OO.SS. non rispetterebbe quanto deciso in sede di discussione. Punto focale: i tamponi gratuiti per i docenti e il personale scolastico non vaccinato, che dovrebbero sottoporsi a controllo ogni 48 ore per poter accedere ai locali e non essere considerati assenti ingiustificati.