Rientro a settembre 2020, ecco come si torna in classe: tra postazioni singole, entrate scaglionate, scuole super digitalizzate

Di Marta Ferrucci.

Come sarà il ritorno a scuola 2020? Sono state pubblicate dal Miur le linee guida per il rientro di settembre. Ecco cosa ti aspetta

BACK TO SCHOOL: ECCO COME SI TORNERA' A SCUOLA A SETTEMBRE

Rientro in classe a settembre 2020
Rientro in classe a settembre 2020 — Fonte: istock

Sono state finalmente pubblicate le indicazioni sulle modalità del rientro a scuola a settembre 2020 e il piano B che scatterebbe nel caso di una nuova emergenza sanitaria: ritorno alla didattica a distanza ma con una piattaforma del Miur.
Comitato scientifico, associazioni sindacali, Miur, ma anche le associazioni dei genitori, il Moige, la Protezione civile, la Croce rossa, l’Associazione Pediatri.… il contributo per un rientro a scuola in sicurezza è arrivato da tutti e, finalmente, il panorama del rientro è più chiaro. Come si annuncia il ritorno tra i banchi? A proposito di banchi, sono proprio questi a generare le ultime polemiche: il Miur ha infatti diffuso le foto delle "postazioni uniche" che sono però già state bocciate dai fisioterapisti, definite delle vere e proprie "gabbie", scomodissime per studenti alti e per quelli più "robusti". Senza contare che le nuove postazioni sono molto costose (400€ ciascuna!) e i tempi per farle arrivare non sono brevi. E così c'è chi si organizza, come la Sicilia, che ha deciso di "segare" i banchi doppi. Insomma, interventi di falegnameria per garantire il distanziamento di 1 m.

Nel Lazio, invece, per garantire il distanziamento sociale si cercano soluzioni alternative agli edifici scolastici, e non si escludono l'affitto di nuovi spazi, le lezioni nelle caserme o in tensostrutture. 

RIENTRO A SETTEMBRE: LA BOZZA DI DECRETO

Come sarà il ritorno a scuola a settembre? Finalmente ne sappiamo di più grazie alle linee guida pubblicate dal Miur. Si tratta però di indicazioni di massima che dovranno essere applicate e gestite dalle scuole in funzione della loro autonomia scolastica. Questo ha creato molti malumori tra i dirigenti scolastici che si ritrovano con un imponente carico organizzativo totalmente sulle loro spalle.

  • Autonomia scolastica: le scuole potranno avvalersi di ulteriori forme di flessibilità concesse dall'autonomia scolastica. In che modo? Ad esempio suddividendo le classi in più gruppi, con la frequenza scolastica a turni differenziati, alternando didattica in presenza a didattica a distanza, estendendo la didattica al sabato.
  • Aggregazione delle discipline.
  • Edilizia "leggera": si potranno riorganizzare, migliorare e valorizzare spazi già presenti a scuola attraverso interventi di manutenzione ordinaria o di "edilizia leggera", creando spazi supplementari nelle aree scolastiche all'aperto.
  • Spazi e distanziamento
    Si dovranno pensare percorsi di entrata e di uscita differenti per garantire la distanza di almeno un metro tra gli studenti ed evitare ogni rischio di assembramento. Durante l'ingresso e l'uscita sarà necessario sempre indossare la mascherina
  • Le aule
    Nelle aule si dovrà garantire uno spazio individuale di due metri quadrati, compreso lo spazio occupato dal banco. Lo spazio tra la cattedra e i banchi più vicini dovrà essere di almeno due metri.
  • Aree di passaggio
    Nei corridoi e nelle altre zone di passaggio a rischio assembramento, bisogna sempre indossare le mascherine ed evitare gli assembramenti. 

VOUCHER DI 500€ PER CONNESSIONE, PC, TABLET

Da luglio partirà anche l'erogazione dei bonus da 500€ per famiglie con reddito Isee entro i 20mila €, voucher che consetirà di acquistare PC, tablet e connessione veloce così da garantire a tutti un rientro a scuola 100% digitale. Più info qui >>

MASCHERINE

Le mascherine dovranno essere indossate da tutti gli studenti, sia da quelli della scuola primaria che da quelli della scuola secondaria, fino al raggiungimento del proprio bando all'interno delle aule. I docenti potranno toglierla mentre saranno in cattedra o alla scrivania, mentre è necessario usarla per tutti gli spostamenti fuori dall'aula. Nel caso in cui in classe ci fossero studenti con condizioni patologiche di immunodepressione, la mascherina dovrà essere indossata anche all'interno dell'aula. 

PULIZIA

Tutti gli ambienti e le superfici dovranno essere puliti adeguatamente, si valuterà inoltre se:

  • Far pulire e disinfettare la cattedra e gli altri docenti al docente prima del cambio dell'ora;
  • Non consentire un uso promiscuo dei banchi;
  • Far usare spazi ad uso promiscuo agli studenti; come per esempio i lavoratori. 

Nei corridoi dovranno essere posizionati dei distributori di gel igienizzante. 

MISURAZIONE TEMPERATURA

Le scuole potranno disporre della misurazione della temperatura per docenti e studenti e potranno impedire l'accesso a chi avrà una temperatura corporea superiore a 37,5°. Nel documento delle Regioni si legge che tale rilevazione potrà essere fatta anche solo a campione. 

NOVITA' PER I SERVIZI AGLI STUDENTI

Novità anche per quanto riguarda i servizi agli studenti all’interno della scuola, come la mensa. L’Osservatorio ristorazione collettiva e nutrizione, infatti, ha sviluppato un modello che riguarda le mense scolastiche per riaprire, anche in questo caso, in sicurezza. Anche le modalità del pranzo a scuola andranno ripensate: il pranzo potrebbe essere consumato in aula, potrebbero essere usati altri locali – come le palestre – in aggiunta alle mense tradizionali, i pasti potrebbero essere somministrati in modalità self service e anche i menù potrebbero cambiare, attraverso l’offerta di piatti unici e/o freddi. Nel documento delle regioni si ipotizza il servizio di pasti monoporzione e menù ad hoc. Locali come le mense dovranno essere puliti e disinfettati in particolar modo. 

DATA PRIMO GIORNO DI SCUOLA

La data del primo giorno di scuola dovrebbe essere quella del 14 settembre ma gli istituti riapriranno dal primo giorno del mese per permettere il recupero degli apprendimenti. 

RIENTRO A SCUOLA 2020, NOVITÀ

La Ministra Azzolina ha assicurato che le linee guida per il rientro a scuola in sicurezza a settembre sono in dirittura d'arrivo. 

RIENTRO A SCUOLA: IL PIANO B IN CASO DI NUOVA PANDEMIA

Nel caso di un riaccendersi della pandemia si tornerà alla didattica a distanza ma stavolta con una piattaforma del Miur. Il Ministero ha infatti avviato la progettazione di una piattaforma di didattica a distanza su cui saranno date maggiori informazioni successivamente. 

    Domande & Risposte
  • Quando inizia la scuola a settembre? 

    Il MIUR ipotizza la data unica del 14 settembre ma si attendono novità nel breve periodo

  • A scuola si dovranno indossare le mascherine? 

    Studenti e docenti indosseranno le mascherine in tutti gli spazi comuni