I Promessi Sposi, capitolo 12: Riassunto e analisi | Video

Di Marta Ferrucci.

I Promessi Sposi, Capitolo 12: in questo capitolo Manzoni racconta la carestia e il tumulto di San martino, con l'assalto al forno delle Grucce

I PROMESSI SPOSI, CAPITOLO 12: RIASSUNTO

Fonte: Video Interni

Manzoni riprende la narrazione esattamente dove l’aveva lasciata, cioè con Renzo che vaga per le vie di una Milano in subbuglio. Che cosa sta succedendo? Si chiede Manzoni. E inizia così un breve excursus di tipo storico: in questo capitolo tutta l’anima del romanzo storico di Manzoni viene esplicitata in maniera chiara ed evidente. Infatti l’autore immortala un piccolo ritratto del popolo italiano vittima della propria divisione in vari stati e quindi non alla propria appartenenza a un’unica nazione, più facile da attaccare e da dominare dagli stranieri.

I PROMESSI SPOSI, CAPITOLO 12: CARESTIA E TUMULTO DI SAN MARTINO

A Milano il popolo sta svaligiando i forni. Manzoni, per spiegare il perché, fa un passo indietro.

Data la carestia infatti il prezzo del pane era aumentato, e così nel 1628 Antonio Ferrer, il sostituto del governatore, aveva deciso di abbassarlo. Questo ovviamente aveva fatto infuriare i fornai, e così il Governatore aveva nominato una giunta, che aveva nuovamente alzato il prezzo del pane. E questo aveva naturalmente di nuovo fatto infuriare la folla.

Ed è proprio in questo momento che Renzo arriva a Milano ed assiste alla rivolta della folla. Inizia così a seguire gli eventi ed è testimone dell’assalto al forno delle grucce, dove la folla inferocita riesce ad introdursi per svaligiarlo completamente di tutto quello che c’è all’interno: utensili, mobili, pane…

Tutte queste cose vengono poi trasportate in Piazza Duomo e date alle fiamme.

Renzo è testimone e Manzoni utilizza i suoi occhi per raccontare la vicenda. Lui si lascia completamente trasportare e decide quindi di accodarsi alla folla che in questo momento decide di dirigersi verso la casa del Vicario per continuare a protestare.

CAPITOLO 12 PROMESSI SPOSI ANALISI

PROMESSI SPOSI RIASSUNTO VIDEO

Guarda tutti i riassunti video dei Promessi Sposi

Riassunto Promessi sposi - Introduzione| Capitolo 1|Capitolo 2 |Capitolo 3 |Capitolo 4 |Capitolo 5|Capitolo 6| Capitolo 7| Capitolo 8 | Capitolo 9 | Capitolo 10| Capitolo 11| Capitolo 12|Capitolo 13| Capitolo 14| Capitolo 15| Capitolo 16| Capitolo 17| Capitolo 18| Capitolo 19| Capitolo 20| Capitolo 21| Capitolo 22| Capitolo 23| Capitolo 24| Capitolo 25| Capitolo 26| Capitolo 27| Capitolo 28| Capitolo 29| Capitolo 30| Capitolo 31| Capitolo 32| Capitolo 33| Capitolo 34| Capitolo 35| Capitolo 36| Capitolo 37| Capitolo 38|

in questa parte dei Promessi Sposi emerge la concezione di Manzoni del popolo, che viene visto da tre punti di vista:

  • Romantico: il popolo è sempre visto come innocente. È una massa di persone di cui soltanto alcune sono violente ma riescono comunque ad avere la meglio sulle altre.
  • Illuministico: l’aumento del prezzo del pane è dovuto alla legge della domanda e dell’offerta, e se nessuno se ne accorge, il problema fondamentale è l’ignoranza. Ma l’ignoranza c’è perché la mente non funziona, e la mente non funziona perché è la coscienza a non funzionare.
  • Cristiano: è la coscienza dei potenti, quella che Manzoni mette sotto accusa. Perché ci sono poche persone, le più ricche, che vogliono avere la meglio sul popolo, purtroppo meno istruito.