Quali saranno le lauree abilitanti alla professione

Di Redazione Studenti.

In approvazione la legge sulle lauree abilitanti alla professione: quali saranno e come sono strutturati i passaggi per l'abilitazione

LAUREE ABILITANTI

Cambia la normativa per le lauree abilitanti alla professione
Cambia la normativa per le lauree abilitanti alla professione — Fonte: getty-images

Cosa cambia per le lauree abilitanti alla professione? Ne avevamo parlato tempo fa a proposito del DDL Manfredi al vaglio della Camera, da completare entro il 2021.

Con l'approvazione del DDL al Senato,la norma è realtà. Il testo, prevede che l'accesso alle professioni regolamentate, una volta conseguita la laurea, sia semplificato rispetto al passato. L'esame di laurea, insomma, coinciderebbe con quello di Stato, semplificando l'accesso alle professioni.

QUALI SARANNO LE LAUREE ABILITANTI

Il processo era già avviato per la laurea in medicina, farmacia, veterinaria e psicologia, per la quale sono previste delle disposizioni transitorie.

Ma si riconosce valore abilitante anche alle lauree professionalizzanti tecniche per l’esercizio delle professioni di geometra, agrotecnico, perito agrario e perito industriale.

Resta tutto invariato invece per ingegneri, architetti, notai e avvocati.

La legge prevede che potranno essere resi abilitanti anche i titoli universitari per l’accesso alle professioni di fisico, chimico e biologo.

COME CI SI ABILITA DOPO LA LAUREA

La procedura prevederà:

  • Tirocinio pratico-valutativo
  • Superamento di una prova pratica
  • Esame di laurea, con conseguimento di titolo accademico e di abilitazione

La procedura che la legge prevede si applicherà a tutti i corsi di laurea che consentono attualmente l’accesso all’esame di Stato senza mettere in atto un tirocinio formativo esterno.