QS Rankings 2020: 10 dipartimenti italiani nella top ten

Di Veronica Adriani.

10 dipartimenti italiani nell top ten de,lle migliori università del mondo. Lo certifica la classifica QS Rankings 2020. Ecco quali sono

QS RANKINGS 2020

QS Rankings 2020: sono 10 i dipartimenti italiani nella top ten
QS Rankings 2020: sono 10 i dipartimenti italiani nella top ten — Fonte: istock

Sono ben dieci i dipartimenti italiani nella top ten delle eccellenze mondiali per disciplina. Lo stabiliscono i QS Rankings 2020,che annualmente rendono note le classifiche delle migliori università del mondo.

Due delle eccellenze italiane in classifica.

  • Sapienza - dipartimento di Storia e storia antica dell'Università di Roma, al 2° posto nel mondo;
  • Politecnico di Milano, al 6° posto al mondo per Arte e Design e 7° a livello globale per Architettura.

MIGLIORI UNIVERSITÀ ITALIANE 2020

Le eccellenze italiane sono particolarmente rilevanti soprattutto nel settore umanistico e creativo: sono italiane infatti sei delle migliori 50 università del mondo. ma anche le scienze sociali e le discipline tecniche sono tra le prime 50: l'Università Luigi Bocconi ha mantenuto il suo status di una delle migliori business school del mondo, posizionandosi al 7° posto, mentre il Politecnico di Milano offre il 40° miglior corso di Informatica del mondo. La Sapienza di Roma offre non solo ottimi programmi nelle discipline classiche, ma anche uno dei migliori 50 corsi al mondo di Fisica e Astronomia.

Non mancano però i cali: di 431 programmi classificati, 86 nel 2020 sono caduti in classifica; d'altro canto altri 67 dipartimenti hanno migliorato la loro posizione.

I dati 2020 mostrano anche un altro aspetto: le istituzioni italiane hanno una performance inferiore in termini di impatto sulla ricerca. Se l'1,9% delle istituzioni migliori nelle classifiche tematiche QS sono italiane (quelle che raggiungono una posizione tra le prime 100), solo l'1,4% sono classificate tra le prime per impatto sulla ricerca (citazioni per facoltà).

UNIVERSITÀ E LAVORO

Il settore dove le università italiane hanno invece ottenuto i risultati migliori è quello del rapporto dei laureati con i datori di lavoro. 

L'1,5% delle istituzioni più quotate nelle classifiche QS è italiano, e il 3,5% delle istituzioni con il punteggio più alto per indicatore di reputazione dei datori di lavoro proviene dall'Italia. Questo suggerisce che il feedback positivo dei datori di lavoro intervistati da QS sia uno dei punti di forza degli atenei italiani.

Dal 2016, inoltre, la quota dei migliori punteggi per reputazione dei datori di lavoro raggiunti dalle università italiane è aumentata di oltre il 50%.