Esame terza media italiano 2018: tracce dei temi

Di Chiara Casalin.

La guida alle tipologie e alle tracce dei temi della prova di italiano per l'esame di terza media 2018, con le indicazioni del Miur

TRACCE TEMI TERZA ESAME TERZA MEDIA 2018

Rispetto agli anni scorsi, gli studenti impegnati quest'anno nell'esame di terza media 2018 si troveranno davanti a nuove tracce dei temi di italiano a causa della riforma che ha investito tutto l'esame. Per l'esame di terza media di quest'anno, i tuoi professori dovranno ideare 9 tracce in totale, tre per le diverse tipologie di prove, e il giorno dell'esame sarà scelta una terna di tracce ad estrazione. Ecco quali sono i possibili temi e quali indicazioni ha fornito il Miur come esempi di tracce per l'esame di italiano di terza media.

ESAME TERZA MEDIA ITALIANO 2018

Le tipologie, che possono essere mesolate tra loro, sono: tipologia A (testo narrativo o descrittivo); tipologia B (testo argomentativo); tipologia C (sintesi e comprensione del testo). A te spetterà il compito di leggerle accuratamente e riflettere su quale sia quella più adatta a te; dopodiché fare la tua scelta e iniziare a scrivere. Attenzione, però, perchè ogni tipologia di tema ha delle caratteristiche diverse di cui devi tenere conto! Leggi qui tutti gli esempi delle tracce rese note dal Miur per farti un'idea sulla prova di italiano.
Se non hai ancora ben chiaro come funziona l'esame di terza media di italiano 2018, qui di seguito troverai tutte le indicazioni utili per svolgere al meglio le diverse tipologie di traccia.

  1. Cos’è e come funziona la prova di italiano dell’esame di terza media
  2. I tipi di traccia dell’esame di italiano di terza media
    2.1. Tipologia A: testo narrativo e testo descrittivo
    2.2. Tipologia B: testo argomentativo
    2.3. Tipologia C: comprensione e sintesi di un testo
  3. Come svolgere la prova
    3.1. Scegli la traccia
    3.2. Leggi e pensa
    3.3. Crea la scaletta
    3.4. Scrivi
    3.5. Correggi
Esame italiano terza media 2018: i temi
Esame italiano terza media 2018: i temi — Fonte: istock

1. COS’È E COME FUNZIONA LA PROVA D’ITALIANO DELL’ESAME DI TERZA MEDIA

Lo scritto d’italiano è una prova che ha lo scopo di testare le tue abilità di scrittura, la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale, il corretto uso dell'italiano, una coerente e organica esposizione del pensiero e le tue capacità di comprensione e sintesi. Per questo motivo la commissione ti chiederà di svolgere una delle tre tracce proposte. I professori preparano in tutto 9 tracce divise in 3 terne e il giorno dell'esame si procederà con l'estrazione di un gruppo di tre.
Per scrivere avrai a disposizione tra le 3 e le 4 ore di tempo, a seconda di quanto deciso dai tuoi prof, e di solito è concesso l’uso del dizionario di italiano.

2. I TIPI DI TRACCIA DELL’ESAME DI ITALIANO DI TERZA MEDIA

Prima di decidere quale traccia affrontare, tieni bene a mente che non sono tutte uguali, anzi! Ogni tipo di traccia, infatti, ha uno scopo, uno stile e una struttura diversa e all’esame devi dimostrare di sapere qual è il modo corretto di svolgere il tipo di compito che hai scelto.
Di seguito le tre tipologie di tracce:

  • Tipologia A: testo narrativo o descrittivo
  • Tipologia B: testo argomentativo
  • Tipologia C: comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico.

Attenzione: tutte le tipologie possono essere mescolate in una stessa traccia quindi, ad esempio, potresti trovarti sia a fare una sintesi di un testo che a sviluppare un testo narrativo a partire dallo stesso.

2.1. TIPOLOGIA A: TESTO NARRATIVO E TESTO DESCRITTIVO

La tipologia A dell'esame di terza media di italiano è composta da due tipi di tracce: il testo narrativo e il testo descrittivo.

  • Il testo narrativo è uno di quelli che ti lascia molta libertà espressiva. Lo scopo della testo narrativo è di raccontare lo svolgimento di un fatto - reale o di tua invenzione - in cui si sviluppano diversi eventi collegati tra loro da un rapporto di causa-effetto. Il testo si dovrà sviluppare a partire da un brano scelto dai tuoi professori, e dovrai cambiare il punto di vista, inserire nuovi personaggi, cambiare la temporalità. Per scoprire come strutturare il tuo tema, come fare la scaletta, quali sono gli elementi fondamentali e per leggere gli esempi di testi narrativi svolti, consulta la guida Esame terza media: come scrivere un testo narrativo.
  • Il testo descrittivo: scegliere questa traccia significa dover fornire al lettore una visione di un persona, un ambiente, un luogo o una situazione descrivendola nei minimi dettagli. Con questa traccia si valuteranno le tue capacità di memoria, osservazione e attenzione.

2.2. TIPOLOGIA B: IL TESTO ARGOMENTATIVO

Questo tipo di tema ti chiede di affrontare un argomento, un fatto attuale, o una tua opinione. Per sviluppare il testo argomentativo, puoi partire da un brano fornito o da una questione contenuta nella traccia. Dovrai dimostrare la tua opinione, citando anche altri autori e documenti di tua conoscenza. Potrai inoltre presentare anche una contro - argomentazione. Secondo la guida del Miur per le nuove tracce dell'esame, il testo argomentativo che ti sarà chiesto di scrivere potrà avere forme diverse:

  • dialogo tra due persone che sostengono opinioni diverse;
  • sviluppo di una tesi per la quale si deve anche contro - argomentare;
  • redazione del verbale di una discussione che deve portare a una decisione;
  • riscrittura di un breve testo argomentativo fatto da un punto di vista diverso rispetto a quello di partenza.

Il testo argomentativo richiede uno stile e un linguaggio formale (quindi evita di usare lo slang giovanile) e si struttura in tre parti. Per sapere tutto su questo tipo di traccia e su come svolgerla leggi la guida sul testo argomentativo (con scaletta, tracce ed esempi svolti).

2.3. TIPOLOGIA C: COMPRENSIONE E SINTESI DI UN TESTO

Questo tipo di traccia dell’esame di italiano serve per valutare le tue capacità di comprensione e sintesi di un testo. La traccia, dato un determinano brano, potrebbe chiederti di riscrivere il testo secondo diverse forme:

  • riscrittura di un testo poetico (eventualmente dovrai anche indiricare le figure retoriche);
  • riscrittura sotto forma di riassunto: leggi la guida su come si fa un riassunto;
  • riscrittura per sintesi sempre più stringenti;
  • riscrittura con selezione delle informazioni.

Il brano o il libro può essere letterario, divulgativo o scientifico. Lo scopo è quello di trasmettere - attraverso lo sviluppo della traccia - la visione d’insieme della storia, dei personaggi descritti e del messaggio che l’autore ha voluto dare.
Anche per la relazione di un libro devi utilizzare un linguaggio formale, evitando le forme colloquiali.
Per maggiori informazioni sullo sviluppo di questa tipologia di traccia consulta la guida: Esame italiano terza media: come scrivere la relazione su un libro o un testo, oppure sfoglia la gallery che trovi con tutti gli esempi.


3. COME SVOLGERE LA PROVA DI ITALIANO

Ora che conosci le caratteristiche di tutte le tipologie di traccia della prova di italiano non ti resta che capire come svolgerla nel migliore dei modi.
Di seguito ti pieghiamo come fare in 5 step!


3.1. SCEGLI LA TRACCIA

Leggi un paio di volte tutte le tracce proposte dalla commissione. Dopo aver finito chiediti: su quale tipologia di tema mi sento più ferrato? Ho cose interessanti da dire? Fai la tua scelta in base alla tua preparazione sull’argomento e alla tua capacità di impostare l’argomento.


3.2. LEGGI E PENSA

Dopo aver individuato la traccia che vuoi affrontare rileggila (sì, un’altra volta!) e prenditi qualche minuto per riflettere su cosa ti viene chiesto. Qual è la consegna? Hai capito bene quali punti e argomenti ti chiede di trattare nello svolgimento? Appunta queste cose sul foglio di brutta copia e tienile bene a mente, così quando andrai ad impostare il tuo discorso non rischierai di andare fuori tema.


3.3. CREA LA SCALETTA

Inizia a buttar giù la struttura del tuo elaborato creando una scaletta con i punti da trattare. Segna sul foglio di brutta cosa scriverai nell’introduzione, nella parte centrale e nella conclusione del tuo compito d’esame, ricordando che il tutto dovrà essere collegato in modo omogeneo, senza bruschi cambi di discorso.


3.4. SCRIVI

Dopo aver creato lo schema da seguire, inizia a scrivere, scrivere e ancora scrivere! Ricorda di legare bene le parti del tuo elaborato usando delle frasi di transizione, veri e propri ponti tra un paragrafo e l’altro che forniscono continuità e conducono il lettore attraverso la storia.


3.5. CORREGGI

Quando hai finito di creare, prenditi un minuto di pausa e rileggi tutto. Il tuo tema è scorrevole? Ci sono errori di ortografia o di grammatica? Vuoi aggiungere o togliere qualche frase? Hai svolto la consegna che ti è stata data nella traccia?
Modifica le cose che non ti soddisfano totalmente e alla fine ricopia tutto in bella copia.
Prima di consegnare il tema alla commissione rileggi un’ultima volta per verificare che non ci siano errori.

ALTRE RISORSE PER L'ESAME DI TERZA MEDIA: