Proroga stato di emergenza, cosa succede a scuola

Di Redazione Studenti.

Proroga stato di emergenza al 31 gennaio: quali sono le conseguenze per il mondo della scuola

PROROGA STATO DI EMERGENZA

Proroga dello stato di emergenza, cosa succede a scuola
Proroga dello stato di emergenza, cosa succede a scuola — Fonte: istock

Il governo chiederà alle Camere una proroga dello stato di emergenza di tre mesi e mezzo, per estenderlo fino al 31 gennaio. Questo cosa vuol dire per il mondo della scuola? Attualmente gli istituti scolastici che hanno chiuso a causa del Covid sono 117, mentre le scuole in cui si è verificato un caso o più di Covid ammontano a 825. 

Nel frattempo la Regione Veneto ha specificato nelle FAQ specifiche sulla scuola le modalità con cui è possibile continuare a fare educazione fisica in sicurezza.

STATO DI EMERGENZA: COSA SUCCEDE A SCUOLA

La proroga dello stato d'emergenza consentirà all'esecutivo di gestire la crisi con poteri speciali. Per il mondo della scuola questo significa che l'approvvigionamento di mascherine, banchi, test, guanti, disinfettante verrà fatto tramite procedure semplificate. Nel mentre il Premier Giuseppe Conte ha precisato che il ritorno alla didattica in presenza è una vittoria per tutto il Paese. 

La proroga permette inoltre di fissare tutte le regole, sentito anche il comitato tecicno scientifico, per gestire situazioni particolari negli istituti, ad esempio l'iter da seguire in caso di alunno o docente positivo, le linee guida per i viaggi di istruzione e le norme per la rilevazione della temperatura.