Proroga dello stato di emergenza fino al 31 marzo 2022: cosa comporta

Di Redazione Studenti.

Il governo Draghi ha prorogato lo stato di emergenza fino al 31 marzo 2022: ma cosa comporta nella pratica? Come cambiano le misure anti-covid

PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA

il governo ha ufficialmente firmato la proroga dello stato di emergenza fino al prossimo 31 marzo 2022
il governo ha ufficialmente firmato la proroga dello stato di emergenza fino al prossimo 31 marzo 2022 — Fonte: getty-images

Mentre qualcuno, a causa dell'aumento dei contagi, sceglie di ricorrere alla DAD o alla chiusura anticipata delle scuole, altri decidono invece di proseguire con il consueto calendario scolastico, negando quelle vacanze di Natale anticipate di cui si parla da giorni.

Mentre i contagi dettano le scelte delle zone d'Italia, il Governo firma un provvedimento che sancisce la proroga dello stato di emergenza al 31 marzo 2022. Un'altra primavera inizia quindi sotto il segno delle misure anti-Covid: ma cosa si intende esattamente? Cosa comporta?

MISURE ANTI-COVID

Oltre alle misure che già ormai conosciamo dal 2020 - possibilità di limitare gli spostamenti delle persone "su specifiche parti del territorio nazionale o sulla totalità di esso", chiusura di strade e parchi, cinema e teatri, stop alle cerimonie, lockdown e quarantena "ai soggetti che hanno avuto contatti" a rischio - la proroga dello stato di emergenza prevede anche qualcos'altro.

In particolare il Super Green pass viene prorogato anche in zona bianca oltre il 15 gennaio: questo significa che chi vorrà prendere parte ad attività come i ristoranti al chiuso, i cinema, le discoteche, gli stadi, non potrà farlo se non vaccinato.

SUPER GREEN PASS

Per conoscere tutte le norme relative al green pass, puoi affidarti alle nostre guide: