Primo scritto 2019: a cosa fare attenzione nella prima prova di maturità

Di Veronica Adriani.

Prima prova 2019, a cosa fare attenzione per evitare errori durante lo scritto. Consigli e suggerimenti per non perdere tempo e andare dritti al punto

PRIMA PROVA 2019

Prima prova 2019: le cose a cui devi fare attenzione
Prima prova 2019: le cose a cui devi fare attenzione — Fonte: istock

Quando arriverai di fornte al foglio bianco il giorno della prima prova di maturità è assai probabile che l'ansia sia tua compagna. È assolutamente normale, in fondo: la maturità è il primo vero esame della tua vita, e doverlo affrontare di fronte a una commissione composta per la metà da persone che non ti conoscono e che non conosci, certamente non è facile.

Ecco perché è assolutamente fondamentale ridurre al minimo qualsiasi occasione di nervosismo, cercando di gestire al meglio paura e distrazioni. Eccoti qualche consiglio da tenere al mente il giorno del primo scritto.

PRIMA PROVA MATURITÀ 2019

Iniziamo con le basi, ovvero tutto quello che devi fare prima di entrare in aula e sederti di fronte al famoso foglio.

  • Cerca di arrivare riposato: non commettere l'errore di passare la sera prima a dedicarti allo studio matto e disperatissimo. Pensa che quel che è fatto è fatto, e soprattutto che il giorno dell'esame avrai a disposizione dei materiali di supporto utilissimi per poter scrivere qualcosa di degno ed efficace. Se non conosci l'autore dell'analisi del tetso, punta sul tema argomentativo o su quello di attualità: insomma, take it easy!
  • Niente foglietti e appunti sul vocabolario: sono la prima cosa di cui i prof si accorgono. In ogni caso stai tranquillo: per le ragioni che abbiamo detto poco sopra, non ne avrai assolutamente bisogno.

PRIMA PROVA 2019 MIUR

Ed ecco invece qualche consiglio utile per affrontare la prova in classe. Prendi un bel respiro e poi:

  • Leggi con attenzione le tracce e i documenti. Cerca di capire quale può fare al caso tuo senza fretta: hai sei ore, non sono un tempo infinito ma se usato bene è più che sufficiente.
  • Butta giù una scaletta, in modo da non perdere di vista nessuno dei punti che vuoi trattare. Per ciascuno cerca di essere chiaro e sintetico, andando dritto al punto.
  • Tieni sempre a mente la struttura della traccia che scegli di seguire. Ad esempio, se vuoi fare un tema argomentativo, bada di seguirne la forma e di trattare gli argomenti con la giusta tecnica. Se non ti ricordi come si fa, leggi la nostra guida su come si fa un tema argomentativo
  • Stai attento a non divagare: tieniti focalizzato sulla traccia e cerca di non andare fuori tema.
  • Non esprimere opinioni politiche nel tuo tema: il rischio di creare polemica con un commissario è alto e non vale la pena di sperimentarlo! Inoltre, se sarai bravo abbastanza, potrai tranquillamente portare avanti la tua tesi con dati e fonti senza bisogno di renderla soggettiva.
  • Una volta finito di scrivere, non aver fretta di consegnare. Rileggi e bada che tutto sia chiaro e leggibile. Rivedi l'italiano e fai attenzione alla forma. Controlla se hai inserito termini dialettali e se hai fatto errori di ortografia: in caso, correggi.
  • Rispetta i limiti di lunghezza: non serve scrivere tanto, serve scrivere bene. Per fare un buon tema non è necessario riempire fogli interi, basta costruire un discorso coerente e articolato, che parta da un punto A e arrivi a un punto B, rispondendo esattamente alla traccia. Se hai scritto troppo, non aver paura di tagliare.
  • Non pretendere di stupire a tutti i costi. È vero: un'apertura e una chiusura efficaci restano impresse e sono un punto a favore, ma non se per stupire a tutti i costi diventano eccessive o, peggio, ridicole. Attento quindi a non esagerare!

LINK UTILI PRIMA PROVA

Quali tracce aspettarsi in prima prova 2019? Noi abbiamo riassunto di seguito le papabili e quelle invece che sono da ritenersi proprio improbabili: