Le più belle frasi di Dino Buzzati per la Prima prova di Maturità 2018

Di Veronica Adriani.

Prima prova maturità 2018: ripassa uno dei grandi autori del '900 con le sue frasi più belle in vista di un'analisi del testo o un saggio breve

PRIMA PROVA MATURITÀ 2018

Prima prova Maturità 2018: possibile traccia su Dino Buzzati? Ecco le frasi per prepararti al meglio
Prima prova Maturità 2018: possibile traccia su Dino Buzzati? Ecco le frasi per prepararti al meglio — Fonte: ansa

Ci siamo quali: meno di un mese alla prima prova della maturità 2018. La domanda che rimbalza tra i banchi dei maturandi è: quale sarà l'autore scelto dal MIUR per l'analisi del testo?

Nessuno naturalmente può avere certezze sui nomi effettivi, ma un'idea possiamo farcela. Ecco i nostri suggerimenti per la maturità:

Tenendo conto del principio non scritto dell'alternanza, secondo cui poesia e prosa si alternano negli anni, dal momento che lo scorso anno il protagonita dlel'analisi del testo è stato Giorgio Caproni, possiamo ragionevolmente pensare che quest'anno sia uno scrittore di prosa. Tra i grandi scrittori del '900 italiano abbiamo già fatto emergere qualche nome - li trovi tutti in fondo alla pagina - ma tra i papabili c'è anche un grandissimo autore di narrativa del secolo scorso: Dino Buzzati.

DINO BUZZATI, CHI ERA

Dino Buzzati non è stato soltanto uno scrittore, ma anche, tra le altre cose, poeta, drammaturgo, costumista, pittore e giornalista. È entrato a pieno titolo nell'Olimpo degli intellettuali italiani con Il deserto dei tartari, probabilmente la sua opera più famosa, che per il suo taglio surreale è inserito insieme alle altre opere di Buzzati nella letteratura fantastica italiana.

DINO BUZZATI, FRASI

Per riuscire bene in un'analisi del testo o in un saggio breve su un autore, avere a portata di mano le sue frasi per capire meglio la sua opera e fare i giusti esempi è senz'altro utilissimo. Ecco perché qui sotto te ne forniamo qualcuna: prima di tutto perché può tornarti utile per capire come si è sviluppata negli anni la poetica e la personalità di Buzzati; in secondo luogo, perché qualcuna di questa potrebbe capitarti nel dossier di un'eventuale prima prova su Dino Buzzati che ti verrà consegnato insieme alla traccia.

Di seguito troverai alcuni stralci di interviste che Buzzati ha rilasciato nel tempo, insieme alle frasi tratte dalle sue opere. Il ritratto dell'uomo (quasi) reazionario e dello scrittore visionario si mescoleranno per darti un'idea fedele della sua personalità così complessa.

  • E non nego che, sotto certi punti di vista, io, privatamente, possa essere anche considerato reazionario: in molte cose io sono attaccato alle vecchie cose, alla tradizione, piuttosto che alle cose del domani. Né sono uno che smania perché da domani mattina si scateni la rivoluzione per le strade, no, questo no. (da Album Buzzati)
  • L'opportunismo e l'arrivi­smo filo-marxista dei miei colleghi mi fa venire il vomito, e come primo impulso mi fa diventare assertore della monarchia assoluta (da Buzzati il conservatore e i Tartari)
  • [Sul Sessantotto]: Una creti­neria bell'e buona. (da Buzzati il conservatore e i Tartari)
  • Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangono sempre lontani; che se uno soffre il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita. (da Il deserto dei Tartari)
  • Nel sogno c'è sempre qualcosa di assurdo e confuso, non ci si libera mai della vaga sensazione ch'è tutto falso, che un bel momento ci si dovrà svegliare. (da Il deserto dei Tartari)
  • Era stato l'uomo a cancellare quella residua macchia del mondo, l'uomo astuto e potente che dovunque stabilisce sapienti leggi per l'ordine, l'uomo incensurabile che si affatica per il progresso e non può ammettere in alcun modo la sopravvivenza dei draghi, sia pure nelle sperdute montagne. Era stato l'uomo ad uccidere e sarebbe stato stolto recriminare. (da L'uccisione del drago)
  • Che peso, la presenza di Dio per chi non la desidera. (da Il cane che ha visto Dio)
  • Le donne sono famose per costruir romanzi inverosimili. (da Una lettera d'amore)
  • Anche il piú nobile sentimento si atrofizza e si dissolve a poco a poco, se nessuno intorno ne fa piú caso. È triste dirlo, ma a desiderare il Paradiso non si può essere soli. (Geronimo: da La parola proibita)

AUTORI MATURITÀ 2018

PRIMA PROVA MATURITÀ 2018

 

Ecco invece le guide di Studenti.it allo svolgimento delle altre tipologie del primo scritto maturità 2018:

  • Traccia B, articolo di giornale: Le tracce più elaborate e che necessitano di maggiore precisione. Ecco come scriverle in modo impeccabile
  • Traccia C, il tema storico: Una delle tracce più temute, ma che può dare grandi soddisfazioni se si padroneggia la materia. Allo studio devi pensarci tu, ma i consigli per strutturarla come si deve te li diamo noi
  • Traccia D, il tema di attualità: Considerata la traccia più semplice, nasconde in realtà delle insidie. Ecco come affrontarla al meglio