Prima prova 2018: le più belle frasi di Italo Svevo

Di Veronica Adriani.

Maturità 2018, possibile prima prova su Italo Svevo? Ecco una raccolta di citazioni tratte dalle sue opere per non farsi cogliere impreparati

PRIMA PROVA MATURITÀ 2018

Italo Svevo
Italo Svevo — Fonte: ansa

Per tutti i maturandi, quasi allo scadere del tempo masismo per prepararsi agli esami di Maturità, è arrivato il momento di pensare a quale autore potrà uscire alla prima prova, per un saggio breve o magari un'analisi del testo.

Noi abbiamo fatto alcune ipotesi, per entrambe le opzioni. Qui trovi un paio di link che potrebbero esserti utili per avere un'idea degli argomenti e degli autori che potrebbero ispirare il MIUR fra meno di un mese.

PRIMA PROVA MATURITÀ ITALO SVEVO

Naturalmente non c'è alcuna certezza che la scelta del MIUR si basi proprio sugli anniversari, dunque meglio ripassare un po' di tutto. Noi consigliamo di concentrarsi soprattutto sulla prosa, data la regola - assolutamente ufficiosa! - dell'alternanza, secondo la quale la scelta di brani di poesia e di prosa si alternano da un anno all'altro. Se lo scorso anno è uscito un poeta - Giorgio Caproni - è possibile quindi che quest'anno ad uscire sia un autore di narrativa.

Italo Svevo può essere senz'altro in lizza: ecco quindi una raccolta delle sue frasi più note per poter inquadrare meglio la sua poetica e le sue opere. Per la vita ti rimandiamo invece a un articolo a parte, dove potrai trovare appunti e riassunti più dettagliati:

ITALO SVEVO FRASI

  • Adesso che son qui, ad analizzarmi, sono colto da un dubbio: che io forse abbia amato tanto la sigaretta per poter riversare su di essa la colpa della mia incapacità? Chissà se cessando di fumare io sarei divenuto l'uomo ideale e forte che m'aspettavo? Forse fu tale dubbio che mi legò al mio vizio perché è un modo comodo di vivere quello di credersi grande di una grandezza latente. (da La coscienza di Zeno)
  • È proprio la religione vera quella che non occorre professare ad alta voce per averne il conforto di cui qualche volta — raramente — non si può fare a meno. (da La coscienza di Zeno)
  • È libertà completa quella di poter fare ciò che si vuole a patto di fare anche qualche cosa che piaccia meno. La vera schiavitù è la condanna all'astensione: Tantalo e non Ercole(da La coscienza di Zeno)
  • Ricordò quale sarebbe stata la sua vita senza amore. Da una parte la soggezione al Balli, dall'altra la tristezza d'Amalia, e null'altro. E non gli parve d'essere meno energico ora che poco prima; anzi, ora voleva vivere, godere anche a costo di soffrire. (da Senilità)
  • Macario cadeva spesso in contraddizioni, ma mai nel medesimo giorno. (da Una vita)
  • L'immaginazione è una vera avventura. Guàrdati dall'annotarla troppo presto perché la rendi quadrata e poco adattabile al tuo quadro. Deve restare fluida come la vita stessa che è e diviene. (da Saggi e pagine sparse, 5 giugno 1927)
  • Fuori della penna non c'è salvezza. (da Racconti, saggi e pagine sparse)

AUTORI MATURITÀ 2018

Preparati alla prima prova 2018 ripassando gli autori più importanti a partire dalle loro frasi celebri:

PRIMA PROVA MATURITÀ 2018

Ecco invece le guide di Studenti.it allo svolgimento delle tipologie del primo scritto maturità 2018:

  • Traccia A, analisi del testo: secondo gli studenti la traccia di maturità più difficile. Ecco i nostri consigli per non farsi prendere dal panico
  • Traccia B, saggio breve o articolo di giornale: Le tracce più elaborate e che necessitano di maggiore precisione. Ecco come scriverle in modo impeccabile
  • Traccia C, il tema storico: Una delle tracce più temute, ma che può dare grandi soddisfazioni se si padroneggia la materia. Allo studio devi pensarci tu, ma i consigli per strutturarla come si deve te li diamo noi
  • Traccia D, il tema di attualità: Considerata la traccia più semplice, nasconde in realtà delle insidie. Ecco come affrontarla al meglio