Presidente della Camera: chi è, cosa fa, come viene eletto

Di Redazione Studenti.

Presidente della Camera dei Deputati: chi è e cosa fa. Poteri, funzioni, durata dell'incarico ed elezione della Terza carica dello Stato

PRESIDENTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI

Palazzo Montecitorio a Roma, sede della Camera dei Deputati
Palazzo Montecitorio a Roma, sede della Camera dei Deputati — Fonte: getty-images

Il 14 ottobre si tengono in Italia le elezioni per il Presidente della Camera dei Deputati, definito la terza carica dello Stato, dopo il Presidente della Repubblica e il Presidente del Senato.

Le elezioni si svolgono all'interno dell'aula a scrutinio segreto.

Ma quali sono esattamente i poteri e le funzioni del Presidente della Camera? Vediamolo.

PRESIDENTE DELLA CAMERA: FUNZIONI

Il Presidente dela Camera ha i seguenti compiti:

  • Organizzare, dirigere e moderare i lavori all'interno dell'aula
  • Giudicare la ricevibilità dei testi
  • Mantenere l'ordine in aula e moderare il dibattito fra i parlamentari, anche richiamando all'ordine quando necessario
  • Presiedere le riunioni del Parlamento in seduta comune, secondo l'articolo 55 della Costituzione
  • Partecipare alla convocazione dal Presidente della Repubblica che precede lo scioglimento delle Camere
  • Nominare insieme al Presidente del Senato i membri dell'autorità per la concorrenza e per l'editoria e la televisione, ma anche del Consiglio di amministrazione della Rai, del Consiglio di presidenza della Corte dei conti.
Ascolta su Spreaker.

PRESIDENTE DELLA CAMERA: ELEZIONI

L'elezione del Presidente della Camera, lo abbiamo già detto, avviene a scrutinio segreto. Ecco quanti voti servono per l'eezione:

  • a maggioranza con quorum dei due terzi degli aventi diritto nel primo scrutinio
  • a maggioranza dei due terzi dei presenti nel secondo e nel terzo
  • a maggioranza assoluta dei voti a partire dal quarto

Leggi anche: