Presidente del Senato: chi è, cosa fa, come avviene l'elezione

Di Redazione Studenti.

Presidente del Senato: chi è, come viene eletto, quali sono i suoi compiti. Panoramica sulla figura della seconda carica dello Stato

PRESIDENTE DEL SENATO

Palazzo Madama a Roma, sede del Senato della Repubblica
Palazzo Madama a Roma, sede del Senato della Repubblica — Fonte: getty-images

Il 13 ottobre si sono svolte in Italia le elezioni del nuovo Presidente del Senato, portando alla guida di Palazzo Madama Ignazio La Russa, esponente di Fratelli d'Italia (FdI).  

Le elezioni si sono svolte a scrutinio segreto all'interno dell'aula.

Ma cosa fa esattamente il Presidente del Senato, e perché è definito la Seconda carica dello Stato? Vediamolo brevemente.

PRESIDENTE DEL SENATO: FUNZIONI

Il Presidente del Senato della Repubblica ha i seguenti compiti:

  • Moderare il dibattito in aula applicando il regolamento e le norme costituzionali;
  • Regolare l'attività dell'aula attraverso i suoi organi;
  • Fare le veci del Presidente della Repubblica quando questo non sia in grado di adempiere alle proprie funzioni;
  • Presentarsi in convocazione dal Capo di Stato al momento dello scioglimento delle Camere insieme al Presidente della Camera dei Deputati.

PRESIDENTE DEL SENATO: ELEZIONI

Il Presidente del Senato è eletto dai senatori a maggioranza assoluta nei primi due scrutini. Quersto significa che viene eletto quando consegue la metà più uno dei voti degli aventi diritto.

Dal terzo scrutinio è invece sufficiente che venga espressa la maggioranza della metà più uno dei presenti in aula.

A parità di voti, viene eletto il più anziano.

Ascolta su Spreaker.

PRESIDENTE DEL SENATO E PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Abbiamo detto che in caso di assenza del Capo dello Stato è il Presidente del Senato a farne le veci (art. 86 della Costituzione), assumendo lo stemma della Presidenza della Repubblica, ma di color argento.

Leggi quali sono nello specifico le funzioni del Capo dello Stato.

Leggi anche: