Polifemo: descrizione del ciclope nell'Odissea

Di Redazione Studenti.

Polifemo: descrizione del ciclope nell'Odissea di Omero. Testo, spiegazione e riassunto dei fatti che vedono protagonisti Odisseo e il ciclope

POLIFEMO

Ulisse deride Polifemo allontanandosi con le navi
Ulisse deride Polifemo allontanandosi con le navi — Fonte: getty-images

Polifemo compare nel libro IX dell'Odissea di Omero, ed èuno dei Ciclopi, figlio di Poseidone e della ninfa Toosa.

Il ciclope ha proporzioni inumane, è enorme, e ha un solo occhio posto al centro della fronte. Ma Polifemo non forgia i metalli, come invece fanno i Ciclopi al servizio di Efesto che vengono descritti nei testi di epoca alessandrina: al contrario, è un pastore.

Polifemo è uno dei personaggi più impressionanti all'interno del poema omerico: le descrizioni dell'uccisione dei compagni di Odisseo/Ulisse, rimasti intrappolati nella sua grotta, sono tra le più raccapriccianti dell'intero testo.

Odisseo, con la sua furbizia, riesce ancora una volta a salvare se stesso e i compagni sopravvissuti, attraverso uno stratagemma che Omero descrive minuziosamente nel testo. Prima di mettere in atto l'inganno però, Odisseo/Ulisse rivela il suo nome a Polifemo:

Ciclope, domandi il mio nome glorioso? Ma certo, lo dirò; e tu dammi il dono ospitale come hai promesso. Nessuno ho nome: Nessuno mi chiamano madre e padre e tutti quanti i compagni.

I greci fanno ubriacare il Ciclope, che così cade in un sonno profondo. Mentre dorme, lo accecano con un tronco di legno appuntito e arroventato, dopodiché si nascondono ciascuno sotto una pecora, reggendosi in modo tale che al tatto il ciclope non li distingua dagli animali.

ULISSE E POLIFEMO

Quando Polifemo, ormai cieco, passa in rassegna le sue pecore toccandole con la mano mentre escono dalla grotta, non riesce a rendersi conto che sono proprio loro a nascondere i greci.

Gli uomini riescono a fuggire, e il Ciclope grida invocando l'aiuto dei ciclopi che vivono nelle grotte vicine. Tuttavia, quando questi chiedono chi lo abbia ridotto così, Polifemo utilizza il nome che crede appartenere all'eroe greco: Nessuno.

Il Ciclope, sconfitto, chiede allora aiuto al padre Poseidone. Da quel momento in poi il dio del mare cercherà di ostacolare il ritorno di Odisseo e dei suoi compagni.

PODCAST SULL'ODISSEA

Ascolta la puntata del nostro podcast dedicata alla spiegazione e alla trama del poema omerico:

Ascolta su Spreaker.