Plastica, inquinamento in crescita. Marevivo alle scuole: dite basta

Di Redazione Studenti.

Plastica e inquinamento: un binomio che da qualche anno si fa sempre più pressante. La proposta di Marevivo alle scuole: rinunciate alla plastica

PLASTICA USA E GETTA

No alla plastica usa e getta: è la campagna proposta da Marevivo con la Fondazione Sorella Natura
No alla plastica usa e getta: è la campagna proposta da Marevivo con la Fondazione Sorella Natura — Fonte: ufficio-stampa

"Se 10 istituti decidessero di dire basta alla plastica usa e getta, verrebbero risparmiate all’ambiente circa 1 milione di bottigliette in un solo anno". È questa la statistica dell'associazione Marevivo, che in collaborazione con la Fondazione Sorella Natura, chiede a tutti gli istituti di mettere in pratica un buon proposito per il nuovo anno: aderire all’appello #StopSingleUsePlastic per eliminare la plastica monouso.

Una bottiglietta di plastica per alunno significa circa 4000 bottigliette di plastica consumate in un anno scolastico. Che diventanno 100.000 in un intero istituto, con un impatto ambientale altissimo. Per questo, sensibilizzare le scuole al riuso delle bottigliette in plastica significa aiutare l'ambiente in maniera concreta: "Se 10 istituti decidessero di dire basta alla plastica usa e getta, verrebbero risparmiate all’ambiente circa 1 milione di bottigliette in un solo anno", fanno sapere da Marevivo, la cui presidente, Rosalba Giugni, si rivolge direttamente alle scuole dopo la petizione lanciata su Change.org, e cui fa eco il presidente Roberto Leoni, della Fondazione Sorella Natura.

Il Dirigente scolastico Nellina Librici dell’Istituto Comprensivo “Quasimodo” di Agrigento e il Dirigente scolastico Brigida Lombardi dell’Istituto Comprensivo “Bersagliere Urso” di Favara (Ag) hanno già aderito alla campagna.

SCUOLA PLASTIC FREE

Ma come si fa ad aderire alla campagna, nella pratica?

Innanzi tutto, scaricando sul sito di Marevivo un regolamento con le buone regole per diventare plastic free. Una delle buone norme consigliate dall'associazione è di impegnarsi a non installare distributori di bevande in bottiglie ma erogatori di acqua dove poter ricaricare la propria borraccia. Per Marevivo è poi necessario eliminare le stoviglie monouso come bicchieri, piatti, posate e cannucce ed anche emettere un’idonea circolare spiegando i motivi per cui sia importante eliminare la plastica usa e getta, sensibilizzando insegnanti e studenti.

Un esempio? A Lipari l'istituto comprensivo Santa Lucia ha aderito con l’installazione di una macchina compattatrice per riciclare bottiglie in plastica.