Peronella, novella del Decameron | Video

Di Redazione Studenti.

In questa video lezione Chiara Famooss ci parla di Peronella, novella del Decameron di Boccaccio: trama, analisi e temi principali

PERONELLA, DECAMERON

Peronella, trama e analisi. Video lezione a cura di Chiara Famooss
Peronella, trama e analisi. Video lezione a cura di Chiara Famooss — Fonte: redazione

La seconda novella della settima giornata del Decameron di Boccaccio si intitola Peronella e, raccontata da Filostrato, prende spunto da una Fabula delle Metamorfosi di Apuleio. Nella settima giornata si parla delle beffe ai mariti e della straordinaria intelligenza delle donne, che sono bravissime a ingannare gli uomini. Oggi incontriamo l’astuta Peronella, che beffa il marito usando una botte.

TRAMA

Un muratore di Napoli è sposato con Peronella, una bella donna che però è innamorata di un altro giovane aitante: Giannello. Durante un furtivo incontro tra i due amanti però il marito di Peronella, in compagnia di un mercante, ritorna improvvisamente a casa. A questo punto Peronella fa nascondere il bel Giannello dentro una botte. Lei si finge sorpresa e chiede spiegazioni, il marito è ben contento perché ha appena concluso un affare vendendo proprio quella botte per cinque gigliati. Per non farsi credere meno furba dice che anche lei ha appena venduto quella botte però a sette gigliati a un uomo che aveva voluto entrarci dentro per vedere se era sano.

Giannello può quindi uscire dalla botte, si finge il compratore ma dice di aver cambiato idea perché la botte era troppo sporca. A questo punto, Peronella ordina al marito di pulire la botte, e lei passa un po’ di tempo con l’amante. Quando il marito finisce di pulire la botte, Giannello ben contento, paga i sette gigliati e se ne va via felice e contento lasciando l’amante soddisfatta e il marito scornato.

Sembra un film comico, non è vero? La novella prende spunto da una fabula di Apuleio, dicevamo. E anche Boccaccio, come Apuleio, riesce a far risaltare con eleganza e ritmo narrativo situazioni comiche che appassionano e divertono il lettore.

Boccaccio, rispetto ad Apuleio, ricama di più sul dialogo e cambia alcuni particolari, ma la sostanza della trama è ovviamente identica e ci dice molto sulla capacità di Boccaccio di utilizzare tanta materia narrativa preesistente e di farla confluire in un’opera organica e originale, il Decameron.

PERONELLA, TEMI

La protagonista assoluta è la giovane Peronella con cui ci sentiamo immediatamente di simpatizzare, soprattutto per la sua grande furbizia. La beffa, come sempre nel Decameron, è il tema principale e in questa novella viene esplicitata nell’adulterio. Boccaccio qui vuole sottolineare il rapporto che esiste tra ingegno, parola e natura. Se la natura ci chiama al godimento, questo lo possiamo ottenere solo con l’ingegno, che rappresenta la capacità egoistica di ottenere il godimento. E come si ottiene, se non attraverso la parola?

GUARDA IL VIDEO SULLA NOVELLA DEL DECAMERON PERONELLA