PCTO, come cambia: le nuove misure sull'alternanza scuola lavoro

Come cambia il PCTO: le nuove misure per l'alternanza scuola lavoro annunciate dal ministro Valditara

PCTO, come cambia: le nuove misure sull'alternanza scuola lavoro
getty-images

PCTO: come cambia

PCTO: come cambia rispetto a prima?
Fonte: getty-images

Il PCTO sta per cambiare: l'annuncio arriva dal ministro Valditara, secondo cui il MIM ha in programma una serie di misure per garantire la sicurezza e la coerenza nei percorsi per l’alternanza scuola-lavoro.

Ma in cosa consistono esattamente queste misure? Su quali punti specifici si basano?

Le nuove misure per l'alternanza scuola lavoro

La parola d'ordine è prevenzione: le nuove misure prevedono infatti che le imprese che accolgono i ragazzi in alternanza garantiscano la sicurezza sul posto attraverso i dispositivi di protezione per i ragazzi.

Il MIM stanzierà inoltre un fondo di 10 milioni di euro per il 2023 e di 2 milioni di euro per il 2024 per l’indennizzo delle famiglie degli studenti vittime di incidenti durante l’attività di alternanza scuola-lavoro.

nelle ore di insegnamento di educazione civica, infatti, è prevista una formazione specifica in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Tra le altre novità registriamo inoltre:

  • Coerenza delle attività di PCTO con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa degli istituti e con il profilo culturale, educativo e professionale dei singoli indirizzi di studio;
  • Istituzione della figura del docente coordinatore di progettazione;
  • Rafforzamento nei requisiti del Registro per l’alternanza scuola-lavoro depositato presso le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
  • Costante monitoraggio della qualità dei percorsi;
  • Introduzione presso il MIM dell’Albo delle buone pratiche dei percorsi per l’alternanza scuola-lavoro.

Le reazioni

Le reazioni ai provvedimenti sono molto diverse: se da un lato i presidi salutano con entisiasmo le nuove norme, pur augurandosi che i controlli siano davvero effettivi, dall'altro sindacati e associazioni studentesche non la vedono allo stesso modo.

Per i sindacati bisogna scoraggiare in tutti i modi la pratica del lavoro gratuito, mentre la Rete degli studenti del Lazio fa notare che stabilire un fondo per eventuali incidenti non è sufficiente ad escludere rischi per la salute dei ragazzi in alternanza. Dichiarano così all'ANSA:

Prima di qualsiasi intervento, i Pcto si devono fermare subito. Solo quando saremo sicuri che nessun altro rischi la propria salute allora potremo discutere di come strutturare il rapporto fra scuola e lavoro. L’integrazione di una sezione dedicata nella valutazione dei rischi non è abbastanza, ogni azienda deve essere ispezionata dall’ispettorato del lavoro e l’osservatorio non può esistere se non saranno coinvolte le associazioni studentesche e i sindacati dei lavoratori. I soldi stanziati per l’indennizzo alle famiglie fanno paura di per sé… come può un ministro concepire e addirittura scrivere in una proposta di legge che si prevede un indennizzo per chi muore o si infortuna durante l’orario scolastico?

PCTO: approfondisci il tema

Relazione alternanza scuola-lavoro, i nostri spunti per crearne una efficace:

Singoli indirizzi:

Un aiuto extra per il tuo studio

Se hai dubbi sulla scelta da fare dopo il diploma, puoi dare uno sguardo a questi libri che abbiamo selezionato per te:

Contenuto sponsorizzato: Studenti.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Studenti.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

Un consiglio in più