I nostri speciali OSSERVATORIO SULLA SALUTE MENTALE DEI GIOVANI

Paura del giudizio: come liberarsi dal timore del giudizio degli altri

Di Deborah Disparti.

Come superare la paura del giudizio? Scopri, con i consigli della psicologa Deborah Disparti - perché non è importante il giudizio degli altri e come fare a liberarsi di questo peso.

COME LIBERARSI DAL PESO DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI?

Il filosofo Aristotele descriveva l’uomo come animale sociale intendendo con questa espressione l’importanza per noi esseri umani di far parte di un gruppo. Di fronte a questo imperativo biologico, il giudizio ha sempre rappresentato la minaccia principale, fino al punto da diventare fonte di paura e forte disagio.

PERCHE' IL GIUDIZIO DEGLI ALTRI CI PREOCCUPA?

Superare il tminore del giudizio altrui
Superare il tminore del giudizio altrui — Fonte: getty-images

Come dicevamo, far parte di uno o più gruppi sociali è sempre stato importante per l’essere umano fin dagli albori della specie: per i nostri antenati poter stare in gruppo era indispensabile per sopravvivere. In questo modo era più semplice difendersi dai predatori, procurarsi il cibo e procreare.
In tale contesto, essere ben visti dagli altri era essenziale per non restarne esclusi: questo rendeva il giudizio altrui qualcosa di cui tutti dovevano preoccuparsi per poter sopravvivere. Inoltre l’atto di giudicare è sempre stato esso stesso vitale in quanto permette di riconoscere ciò che può essere potenzialmente dannoso o pericoloso per noi.
Come molti altri aspetti, anche la preoccupazione per il giudizio continua a far parte dei nostri istinti, creando situazioni di paura, ansia, vergogna e ritiro sociale.

IL GIUDIZIO NELLA NOSTRA SOCIETÀ

Ai giorni nostri il giudizio non ci pone più in una condizione pericolosa per la sopravvivenza della specie, ma così come ci siamo evoluti sotto molti aspetti, si è evoluto anche il valore che il giudizio ha per noi.
Inoltre nella nostra società gli aspetti della vita sottoposti a giudizio si sono moltiplicati in modo esponenziale, e l’avvento dei media e dei social network ha amplificato l’effetto che il giudizio ha sul singolo e sulle masse.
Questo ha portato ad una sempre maggiore attenzione di cosa e come ci si mostra agli altri e alla paura di cosa questi pensano di noi.
A causa di tutto ciò un’altissima percentuale di persone soffre di disagi e patologie psicologiche quali ansia sociale, disturbi dell’immagine corporea, depressione, ritiro sociale e difficoltà relazionali.

COME LIBERARSI DAL PESO DEL GIUDIZIO

Sebbene, come abbiamo visto, il giudizio abbia sempre avuto molto peso per il genere umano, siamo abbastanza evoluti da non lasciarci sopraffare. Per diminuire gli effetti del giudizio altrui su di noi, possiamo tenere a mente questi 3 suggerimenti:

  • lavorare sul senso di sicurezza in noi stessi è il primo passo per dare più peso alla validazione interna rispetto a quella esterna. Ad esempio iniziando noi stessi a dare valore a ciò che proviamo, pensiamo e desideriamo ci permette di validare tutto ciò in autonomia senza il bisogno che siano gli altri a farlo;
  • il giudizio ci da più informazioni su chi lo formula che su chi lo riceve: si tratta infatti del riflesso di pensieri, emozioni, schemi cognitivi e preferenze di chi giudica, mentre ha poco a che fare con l’oggettiva realtà di chi lo riceve. Quindi nel momento in cui veniamo giudicati possiamo chiederci: questa cosa, quali informazioni mi da sulla persona che la sta dicendo? (Es: se tizio mi dice che la mia maglia gialla fa schifo, posso pensare che a lui non piaccia il giallo, o non gli piacciono le magliette, anziché pensare che quella maglia mi stia male o che io abbia dei cattivi gusti);
  • valutare l’importanza che ha per noi chi formula il giudizio, così da iniziare a filtrare quali commenti hanno effettivamente influenza nella nostra vita e quali no. Per farlo possiamo chiederci: accetterei un consiglio da questa persona? Questa domanda ci aiuta capire se riteniamo rilevante o no il punto di vista dell’altro.

Per quanto possano sembrare semplici, fare pratica con questi suggerimenti ci permette, pian piano, di ridimensionare l’impatto che il giudizio altrui ha su di noi.
Come sempre, quando si parla di disagio psicologico, è importante valutare quanto questo disagio abbia peso per noi, ed eventualmente farsi supportare da un professionista che ci aiuti a comprendere come mai il giudizio altrui sia così d’impatto sul nostro benessere, individuando così gli strumenti più adatti a gestirlo.

Leggi anche: