Origini e storia della pallavolo

Di Redazione Studenti.

Ricerca di educazione fisica sulla pallavolo: origini e storia, regole del gioco e svolgimento di una partita

ORIGINI E STORIA DELLA PALLAVOLO

Pallavolo: origini e storia
Pallavolo: origini e storia — Fonte: getty-images

La pallavolo è un gioco sportivo con la palla, ideato nel 1895 da William G. Morgan direttore e insegnante di educazione fisica dell'YMCA di Holioke (Massachussets-USA) nell'intento di ripetere il successo arriso dalla pallacanestro come gioco praticabile in locali chiusi e sulla base di un gioco già esistente e praticato in Germania con il nome di pallapugno.

All'inizio fu chiamato "minonette". Col nome di Volleyball, cioè palla colpita al volo, la pallavolo poi si diffuse rapidamente negli Stati Uniti e in Canada e successivamente nel resto del continente americano. In Europa fu importata durante la Prima Guerra Mondiale dal corpo di spedizione statunitense, mentre in Asia divenne popolarissima dopo le Olimpiadi del 1913. In Italia la pallavolo è stata scarsamente praticata negli anni trenta per poi diffondersi notevolmente dopo il 1945.

ORIGINI DELLA PALLAVOLO

Nel 1947 furono costituite la Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV) e la Federation Internationale de Volleyball (FIBV). Nel 1957 la pallavolo fu iscritta tra gli sports Olimpici e figurò nel programma delle Olimpiadi di Tokio e di Città del Messico. La prima coppa del mondo si tenne nel 1965 in Polonia. La Men’s Word League, la prima organizzazione mondiale di professionisti, venne creata nel 1990. L’Italia vince per la prima volta i campionati mondiali in quell’anno entrando poi a far parte delle migliori formazioni in assoluto.

REGOLE DELLA PALLAVOLO

Lo scopo del gioco è di respingere la palla nel campo avversario facendola passare sopra la rete. Le squadre sono composte da un massimo di 12 giocatori, 6 dei quali si trovano in campo e hanno il compito di difendere la porzione di campo a loro circostante e durante la partita sono possibili al massimo 6 cambi. Il campo (18×9) è diviso in due parti dalla rete che a sua volta queste parti sono divise mediante linee immaginarie in 6 zone ognuna di competenza del giocatore che in essa risiede.

I giocatori si dispongono su due linee, in un punto preordinato della zona; ne risultano 3 zone di attacco e 3 zone di difesa.

La pallavolo coinvolge due squadre di 6 giocatori che cercano di mandare la palla oltre la rete fino a toccare il terreno nel campo della squadra avversaria. Il giocatore al servizio ha 8 secondi dopo il fischio dell’arbitro per iniziare con la battuta, assegnata per sorteggio ed effettuata dall’apposita area. L’azione termina quando la palla tocca terra, quando viene mandata fuori campo o quando una squadra non la gioca in modo regolare. Se la palla tocca terra si rifà l’azione fino a quando l’altra squadra non fa punto. Quando una squadra vince il servizio, i giocatori ruotano di una posizione in senso orario.

COME FUNZIONA LA PARTITA

Ogni squadra può toccare la palla un massimo di tre volte, oltre al muro, prima di rimandarla nel campo avversario. Una volta che un giocatore ha toccato la palla, non la può più toccare finché non è stata toccata da un altro giocatore delle due squadre. La palla può toccare qualsiasi parte del corpo sopra la cintura e deve essere colpita, né trattenuta, né gettata.

I principali casi in cui si perde sono:

  1. quando la palla tocca terra;
  2. quando la palla è toccata più di tre volte consecutive dai componenti della stessa squadra;
  3. se la palla invece di essere colpita nettamente è trattenuta o sospinta;
  4. se un giocatore tocca la palla con qualunque parte del corpo al di sotto della cintura;
  5. quando un giocatore tocca la palla due volte di seguito;
  6. quando un giocatore tocca la rete;
  7. se vi è invasione del campo avversario;
  8. quando la palla cade fuori dai limiti del campo;
  9. quando uno o più giocatori della linea di difesa fanno il muro;
  10. quando si cerca di impaurire l’avversario con gesti rumori e voci;
  11. se si effettua il servizio oltre i limiti della zona di battuta;
  12. quando la palla battuta non riesce da sola a superare la rete;
  13. quando due compagni toccano simultaneamente la palla.

Leggi anche:

  • Pallavolo, regole e ruoli
    Come funziona la pallavolo e quali sono regole e ruoli del gioco. Come si gioca, quanti sono i giocatori, storia e allenamento
  • Tema sulla pallavolo
    Tema sulla pallavolo. La pallavolo è il tuo sport preferito? Ecco un tema svolto da cui prendere spunto