Pallamano: regole e ruoli. Riassunto

Di Redazione Studenti.

Regole della pallamano: ruoli, palleggio, punteggio. Come funziona il gioco della pallamano e come si gioca

PALLAMANO

Come si gioca a pallamano: regole e ruoli
Come si gioca a pallamano: regole e ruoli — Fonte: getty-images

Il gioco consiste nel far entrare il pallone in rete tirando dal qualsiasi parte del campo. Quando comincia la gara, il tiro d’inizio viene eseguito dalla squadra che , dopo il sorteggio ha scelto il pallone; l’altra squadra ha diritto ha a scegliere il campo.

Le partite sono dirette da due arbitri, uno dietro la linea di difesa e uno dietro la linea d’attacco.

PALLAMANO, REGOLE

Il giocatore in possesso di palla può:

  • Lanciare, spingere, colpire col pugno, arrestare e afferrare il pallone con l’aiuto di mani, braccia, cosce, ginocchia e tronco.
  • Trattenere la palla per non più di tre secondi
  • Palleggiare senza limiti di tempo
  • Effettuare tenendo la palla in mano al massimo 3 passi; gli è permesso inoltre di eseguire 3 passi, un palleggio e 3 passi.

È proibito:

  • Strattonare l’avversario, cinturarlo, colpirlo, sgambettarlo, sbarrargli la strada con le mani o con le braccia, strappargli la palla dalle mani o colpirlo con essa. È consentito invece toglierli la palla con la mano aperta.
  • Toccare il pallone con un piede o con una gamba al di sotto del ginocchio a meno che il pallone non sia stato lanciato da un avversario
  • Ritardare l’esecuzione di un tiro quale punizione o altri
  • Simulare un fallo
  • Ritardare l’emissione in gioco del pallone da parte del portiere
  • Allontanare volontariamente il pallone dopo una decisione degli arbitri

Il tiro di punizione viene effettuato il punto in cui è avvenuto il fallo.

Il rigore viene assegnato quando viene effettuato un fallo nell’area di porta.

Le sostituzioni posso essere effettuate in qualsiasi momento della partita senza che l’arbitro debba dare il permesso.

PALLAMANO, RIASSUNTO

Ecco i termini fondamentali della pallamano:

  • PRESA: la presa viene effettuata con due mani con le dita aperte e collocate lateralmente sul pallone.
    Successivamente dalla presa a due mani si passa subito a quella ad una mano per effettuare il tiro o il passaggio.
  • RICEZIONE: Def: Azione composta ad una serie di movimenti atti a favorire l’entrata in possesso della palla. Esistono tre momenti:
    - preparazione: braccia distese in avanti e mani aperte
    - possesso: afferro la palla con le dita aperte lateralmente lungo il pallone
    - ammortizzazione: quando le braccia si flettono verso il busto per ammortizzare la velocità della palla
    La ricezione può essere alta, media, bassa o a terra a seconda dell’altezza della palla.
  • PALLEGGIO: viene utilizzato solo in particolari condizioni perché spesso rallenta l’azione di norma molto veloce in questo gioco. Comunque può essere eseguito sul posto o in movimento. Sul posto ogni volta che viene interrotto non può essere ripreso. In movimento si esegue spingendo il pallone con decisione in basso e in avanti.
  • PASSAGGIO:deve essere effettuato con traiettoria tesa ma non troppo violenta e all’altezza del petto perché questa è il punto migliore del corpo per ricevere la palla. Viene detto passaggio fondamentale.
  • TIRO: consiste nel proiettare la palla verso la porta avversaria con grande velocità e forza, con lo scopo di far rete. Esiste il tiro classico in appoggio che è quello dopo un a rincorsa di tre passi necessaria per acquistare l’energia adeguata da trasmettere nel lancio e per ottenere una posizione del corpo stabile. C’è anche il tiro in elevazione che è l’equivalente del tiro in appoggio con la differenza che sull’ultimo passo sinistro il giocatore salta e tira quando è sospeso in aria.

PALLAMANO, RUOLI DEI GIOCATORI

Esistono sette ruoli: Portiere, ala sx e dx, terzino sx e dx, centrale, pivot.

Il ruolo del portiere è quello più importante, deve avere molto coraggio e non deve temere la palla.

Ala sx e dx, devono essere molto rapidi e con un’ottima elevazione.

Terzino dx e sx devono essere molto alti, con una grande potenza degli arti inferiori e superiori.

Centrale è il regista della squadra, deve essere preciso nel tiro e con grande forza negli arti inferiori e superiori.

Il pivot è un lottatore, di notevole peso e abile nel tiro, deve essere resistente e potente negli arti inferiori.

Leggi anche: