Migliori università italiane 2023: la classifica Censis

Classifica Censis 2023: le migliori università italiane, dalle più piccole alle più grandi. Focus su atenei statali e privati

Migliori università italiane 2023: la classifica Censis
getty-images

Migliori università italiane 2023

Migliori università italiane 2023: classifica Censis
Fonte: getty-images

Per le aspiranti matricole la scelta del corso di laurea è complicata al pari di quella dell'ateneo in cui studiare. I fattori che concorrono alla scelta sono moltissimi: la distanza da casa, i costi di un eventuale trasferimento fuori sede, ma soprattutto la qualità di un ateneo rispetto a un altro per uno specifico corso di studi.

Ad aiutare nella scelta, ogni anno ci sono diverse classifiche stilate da enti accreditati: una di queste è quella del Censis, che nella sua graduatoria elenca gli atenei distinguendoli per grandezza.

Migliori atenei statali 2023

Nella classifica Censis 2023 si distinguono diversi tipi di ateneo:

  • Mega atenei
  • Atenei grandi
  • Atenei medi
  • Atenei piccoli
  • Politecnici

Vediamo quali sono i risultati, considerando i criteri utilizzati per stilare la classifica: strutture disponibili, servizi erogati, livello di internazionalizzazione, capacità di comunicazione 2.0 e occupabilità.

Mega atenei statali

Tra i mega atenei statali (con oltre 40.000 iscritti), la classifica è così ripartita:

  • Università di Bologna, 89,7
  • Università di Padova 87,5
  • Sapienza di Roma 85,7
  • Università di Pisa 84,0
  • Università Statale di Milano 83,7
  • Università di Firenze 83,3
  • Università di Palermo 83,0
  • Università di Torino 80,7
  • Università di Bari 76,7
  • Federico II 76,2

Grandi atenei statali

Tra i grandi atenei statali (da 20.000 a 40.000 iscritti), la classifica si riparte così:

  • Università di Pavia 91,2
  • Università di Perugia 90,5
  • Università della Calabria 90,2
  • Università di Venezia Ca’ Foscari 89,0
  • Università di Parma 87,2
  • Università di Salerno 87,0
  • Università di Cagliari 86,8
  • Università di Milano Bicocca 85,7
  • Università di Modena e Reggio Emilia 85,2
  • Università di Roma Tor Vergata 85,0
  • Università di Genova 84,5
  • Università di Verona 84,0
  • Università della Campania 82,3
  • Università di Messina 77,7
  • Università di Roma Tre 79,5
  • Università di Ferrara 81,2
  • Università di Chieti e Pescara 77,3
  • Università di Catania 76,8

Medi atenei statali

La classifica dei medi atenei statali (da 10.000 a 20.000 iscritti) è invece ripartita così:

  • Università di Trento 96,2
  • Università di Siena 93,0
  • Università di Udine 93,7
  • Università di Sassari 92,3
  • Università Politecnica delle Marche 91,8
  • Università di Trieste 91,3
  • Università di Brescia 87,5
  • Università del Salento 87,2
  • Università di Bergamo 84,3
  • Università del Piemonte Orientale 84,2
  • Università dell’Insubria e Università di Napoli Parthenope ex aequo 83,2
  • Università di Urbino 82,3
  • Università di Foggia 81,8
  • Università dell’Aquila 79,0
  • Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro 79,3
  • Università di Napoli L’Orientale 79,2

Piccoli atenei statali

Nella classifica dei piccoli atenei statali (fino a 10.000 iscritti) troviamo:

  • Università di Camerino 101,7
  • Università della Tuscia 86,0
  • Università di Macerata 85,7
  • Università di Cassino 84,3
  • Università del Sannio 84,0
  • Università Mediterranea di Reggio Calabria 83,5
  • Università di Teramo 80,0
  • Università della Basilicata 78,0
  • Università del Molise 77,3

Politecnici

Più rapida è invece la classifica dei Politecnici:

  • Politecnico di Milano 96,2 punti
  • Politecnico di Torino 91,5
  • Politecnico di Bari e Iuav di Venezia, 86,5

Migliori atenei privati 2023

Gli atenei privati italiani sono divisi in:

  • Grandi
  • Medi 
  • Piccoli

Vediamo la classifica completa.

Grandi atenei privati

I grandi atenei non statali (oltre 10.000 iscritti) sono:

  • Università Bocconi 90,4 punti
  • Università Cattolica di Milano 76,6

Medi atenei privati

Tra i medi atenei non statali (da 5.000 a 10.000 iscritti) troviamo:

  • Luiss 91,4
  • Iulm 81,2
  • Lumsa 79,2
  • Università Suor Orsola Benincasa 72,0

Piccoli atenei privati

Tra i piccoli atenei non statali (fino a 5.000 iscritti), i più numerosi, abbiamo invece:

  • Libera Università di Bolzano 88,6
  • Università di Roma Europea 87,8
  • Università Roma Link Campus 86,6
  • Università degli Studi Internazionali di Roma 84,2
  • Università Campus Biomedico di Roma 82,2
  • Università di Enna Kore 81,2
  • Liuc-Università Cattaneo 80,8
  • Università di Milano San Raffaele 78,6
  • Università Lum-Degennaro 75,8
  • Università della Valle d’Aosta 71,8
Un consiglio in più