Orientamento: torna il Salone dello Studente. Ecco come partecipare

Di Redazione Studenti.

Torna il Salone dello studente ad ottobre: come partecipare all'iniziativa di orientamento per le scuole. Date, programma, tematiche

ORIENTAMENTO

Ritorna a fine ottobre il Salone dello Studente
Ritorna a fine ottobre il Salone dello Studente — Fonte: getty-images

Dal 19 al 21 ottobre si svolge a Roma la prima edizione del Salone Nazionale dello Studente, l’iniziativa di orientamento post diploma, dedicata alle scuole di tutta Italia, organizzata da Campus, in collaborazione con Regione Lazio e la sponsorship di Intesa San Paolo.

La manifestazione si svolgerà presso la Fiera di Roma dalle ore 9.00 alle ore 13.30, con ingresso gratuito (partecipazione valida ai fini Pcto). Saranno presenti scuole provenienti da tutte le regioni italiane. Sono attesi circa 40mila ragazzi.

Sono previsti oltre 100 incontri e convegni di orientamento, che permettono di:

  • chiedere informazioni agli stand di università, Its, scuole e accademie nazionali e internazionali
  • rivolgersi agli sportelli di counseling per avere consigli sulle strade da seguire in rapporto alle proprie attitudini
  • mettersi alla prova con le simulazioni dei test d’ammissione ai corsi a numero chiuso
  • verificare la propria preparazione
  • testare le proprie inclinazioni grazie a questionari
  • partecipare a sessioni di job training e career coaching per sviluppare le soft skills
  • seguire presentazioni delle offerte formative o workshop sulle professioni.

I partecipanti potranno incontrare direttori del personale e manager di grandi aziende e professionisti di varie carriere.

Ma sono previsti anche laboratori, live show di enogastronomia, materie Stem, moda&design, robotica, sostenibilità, focus sulle professioni del futuro, sul metaverso, su Educazione Civica, Strumenti digitali, Educazione finanziaria con Feduf e Intesa San Paolo, Erasmus.

Tre i fili conduttori del Salone:

  • Orientamento (Quale percorso scegliere dopo il diploma: università, accademia o ITS? • Come compiere una scelta consapevole, superare l’ansia da esame e raggiungere i propri obiettivi • Educazione Civica • Studiare all’estero con l’Erasmus • Soft Skills e Competenze trasversali • La Formazione Tecnica Superiore • Formazione scientifica e formazione umanistica: quale strada?)
  • Futuro, Tecnologie, Lavoro (Tecnologia e Digital Transformation • Metaverso e didattica del futuro • Le tecnologie per l’arte: stampa 3d, comunicazione online, videomaking, musica ed effetti speciali • Showcooking • Professioni del futuro e new jobs • Muovere i primi passi nel mondo del lavoro: scrivere un cv, sottoporsi a un colloquio, cercare il primo impiego • La differenza tra stage, tirocinio, apprendistato e contratto di lavoro)
  • Società, Ambiente, Cultura (Agenda 2030: ambiente e pari opportunità • “Istruzione e Ricerca” - la Missione 4 del Pnrr • Best Practice per una scuola più inclusiva • Moda, creatività e professioni del Made in Italy • Diritto allo studio ed Educazione Finanziaria per i giovani • Come coltivare il proprio talento • L’importanza del debate nel confronto giovani/adulti • La rivoluzione del mondo scuola, ad un secolo dalla Riforma Gentile)

In apertura, studenti dei licei di tre Paesi - Francia, Spagna e Libano - presenteranno il loro “romanzo collettivo” L’Europa dei giovani in un’avventura. Saranno premiati e terranno un laboratorio per spiegare come realizzare un “romanzo diffuso”, iniziativa lanciata dall’associazione DiCultHer che ne presenta anche la prossima edizione.

Tutte le presentazioni e i grandi eventi del Salone saranno trasmessi anche in live streaming per dare l’opportunità di partecipare anche alle scuole che non potranno recarsi a Roma. Il Salone contribuisce alla promozione e messa in atto dei 17 Sustainable Development Goals, con progetti, tra i quali CampusIn, dedicato all’inclusione e all’orientamento senza margini, incontri a tema, azioni.

La brand identity del Salone è costituita dal logo disegnato appositamente dall’artista di fama internazionale Lorenzo Marini, utilizzando il tema iconografico, caro all’artista, delle lettere liberate, metafora del ritrovarsi insieme.