Orientamento post diploma: un bootcamp per capire cosa fare da grandi

Di Redazione Studenti.

Orientamento post diploma: ecco com'è andato il primo bootcamp per l'orientamento organizzato da FriendZ Enterprise, UniPegaso e UniMercatorum

ORIENTAMENTO POST DIPLOMA

Orientamento post diploma: l'esperimento del primo bootcamp
Orientamento post diploma: l'esperimento del primo bootcamp — Fonte: getty-images

Secondo le le ultime stime dell’ISTAT nel 2021 più di 97 mila ragazzi hanno abbandonato percorsi di studio e lavorativi. Complice anche la mancanza di consapevolezza e orientamento: le scuole non forniscono sempre un quadro completo in grado di unire le soft skill dei ragazzi alle prospettive lavorative. A colmare il gap informativo dei giovani in merito al mondo del lavoro e permettere loro di scegliere con consapevolezza il proprio percorso di studi ci pensa il bootcamp dell'orientamento organizzato da FriendZ Enterprise insieme a UniPegaso e UniMercatorum.  

"I DISORIENTATI"

Il bootcamp si chiama si chiama “I Disorientati” e l’edizione pilota ha avuto luogo lo scorso giugno ad Agerola, in provincia di Napoli. Il progetto è iniziato con la selezione dei partecipanti realizzata da FriendZ Enterprise che ha scelto 5 giovani, tra i 18 e i 22 anni, tra più di 600 candidature ricevute. Per partecipare infatti i ragazzi hanno compilato un questionario online da cui hanno poi avuto accesso, se selezionati, alla fase finale. Ognuno di questi con background, carattere e abilità diverse, ha permesso a chi li ha seguiti da casa di identificarsi e di orientarsi insieme a loro.

Dai questionari compilati dagli aspiranti partecipanti è emerso che l’80% dei ragazzi è indeciso sul proprio futuro. Chiacchierando con i ragazzi da selezionare ci siamo resi conto della mancanza di consapevolezza e di informazioni in merito allo scenario del lavoro - afferma Cecilia Nostro, Co-Founder di FriendZ Enterprise - La scuola non fornisce ancora un quadro preciso di quelle che sono le nostre soft skills e quindi di quale prospettiva lavorativa è più adatta a noi. Inoltre abbiamo notato che spesso i più giovani non sanno quali sono i lavori realmente disponibili e non conoscono tutte le nuove professioni che si sono create con la digitalizzazione".

IL BOOTCAMP DELL'ORIENTAMENTO

Il bootcamp realizzato insieme a UniPegaso e a UniMercatorum ha avuto proprio l’obiettivo di combinare le predisposizioni naturali dei ragazzi con le richieste reali del mercato del lavoro. Durante il primo giorno i “Disorientati” si sono infatti cimentati in attività, test e giochi che hanno permesso loro di individuare le capacità e le proprie sfumature caratteriali, la seconda giornata era invece dedicata alla conoscenza delle nuove professioni. Invece nella terza i ragazzi hanno avuto l’opportunità di combinare quanto emerso dalla prima con quanto emerso dalla seconda: ad ogni partecipante è stato assegnata una carta riassuntiva sulla base dei risultati raggiunti e ha ricevuto una borsa di studio presso UniPegaso e UniMercatorum per frequentare il percorso di studi adatto.

Le opportunità di questo camp sono state tante e preziose, i ragazzi si sono confrontati con veri professionisti, hanno esplorato le vite degli adulti e hanno addirittura interrogato i professori che hanno messo la loro esperienza a disposizione dei giovani. “Puntiamo a contribuire in maniera determinante alla competitività e alla crescita del nostro Paese, che soffre il tasso di laureati più basso tra gli Stati membri UE - dichiara Egidio Donato, Vice President Marketing e Digital del Gruppo Multiversity - Ci rivolgiamo alla Generazione Z perché sono giovani che sentono ancora più forte il desiderio di cambiamento e di non rinunciare ai propri obiettivi per limiti geografici, fisici ed economici. Siamo l’Università digitale leader in Italia, accessibile a tutti, che offre competenze puntando a costruire un contesto di crescita aperta e sostenibile”.