Come diventare organizzatore di eventi: cosa studiare e cosa fa

Di Redazione Studenti.

Cosa significa organizzare un evento? Ecco come diventare organizzatore di eventi, cosa studiare per farlo e di cosa ci si occupa

COME DIVENTARE ORGANIZZATORE DI EVENTI

Come diventare organizzatore di eventi
Come diventare organizzatore di eventi — Fonte: istock

Organizzare eventi, nell'immaginario collettivo, richiama spesso alla mente l'idea di mondanità. Così molti giovani cercano di seguire questa strada attratti dall'idea di vivere in uno scintillante universo fatto di lustrini, cibi prelibati, location esclusive e personaggi famosi.

In alcuni casi questo è certamente vero, ma nella stragrande maggioranza dei casi l'organizzatore di eventi - o Event planner - non è la persona elegante e un po' snob che salta da una festa all'altra e frequenta il bel mondo: un sorriso smagliante e un parlare spigliato, pur essendo qualità apprezzate, da sole non bastano per diventare un professionista del settore.

COSA FA UN ORGANIZZATORE DI EVENTI

L'organizzatore di eventi è paragonabile a un direttore d'orchestra che, partendo da un unico spartito, deve coordinare diverse voci, esaltandone l'unicità, per ottenere una sinfonia perfetta. Chi vuole addentrarsi in questo mondo deve possedere una buona cultura di base, essere curioso verso tutte le novità, seguire i fermenti artistici, tenersi costantemente informato, ma soprattutto deve essere dotato di un senso estetico innato alimentato da un continuo aggiornamento.

A questo si deve sposare una buona dose di senso pratico e soprattutto una spiccata capacità di risoluzione e prevenzione dei problemi o, come si suol dire, di problem solving. Per sua natura un evento è in continuo divenire e la sua riuscita è legata alla capacità degli organizzatori di arginare al massimo qualsiasi elemento casuale che ne possa incrinare l'equilibrio perfetto che lo trasforma in un evento vincente. Un evento è uno strumento di comunicazione molto complesso che risponde a obiettivi di marketing ben precisi: la vera sfida consiste nella capacità di trasformare i valori e l'immagine di un prodotto o di un'azienda in un'esperienza concreta vissuta dai suoi partecipanti.

COME DIVENTARE ORGANIZZATORE DI FESTE

Alla spettacolarizzazione e alle trovate d'effetto si deve privilegiare la partecipazione emotiva del pubblico, attraverso un'interazione che gli permetta di comprendere ed empatizzare col significato di quel messaggio che si intende trasmettere. Questo richiede uno studio attento del particolare: soltanto attraverso un insieme calibrato dei dettagli si riesce a toccare il cuore del pubblico.

Ma non di solo estro e creatività può vivere un evento. Dietro si nasconde un lungo elenco di professionalità molto diverse fra loro e tutte fondamentali nelle diverse fasi che portano dall'ideazione creativa alla realizzazione pratica. Nella fase di progettazione ad esempio, è indispensabile l'apporto di copy, web designer, architetti, grafici, chiamati a far sì che il cliente possa vivere un evento attraverso il racconto e sia conquistato da una idea. In quella esecutiva poi, è richiesta la professionalità di producer in grado di gestire e coordinare tecnici, allestitori, personale, catering mantenendo un occhio costante al budget che gli è stato affidato.

Insomma: organizzare un evento significa essere in grado di gestire un gran numero di professionalità diverse, mantenendo il focus sugli obiettivi e sui tempi di consegna.

COSA STUDIARE PER DIVENTARE ORGANIZZATORE DI EVENTI

A questo punto sorge spontanea una domanda: cosa studiare per diventare organizzatore di eventi? Purtroppo dare una risposta non è affatto facile. Non esistono infatti lauree richieste nello specifico, né albi professionali cui iscriversi per potersi dedicare alla professione. La cosa migliore che si può fare è cercare di fare il più possibile esperienza, o attraverso tirocini in agenzie specializzate, oppure in associazioni che organizzano eventi periodici: congressi, presentazioni, esposizioni, mostre etc. L'ideale sarebbe potersi costruire, di volta in volta, un portfolio: una raccolta dei migliori lavori che si è portato a termine da presnetare ad eventuali datori di lavoro futuri.

Sai cosa vorresti diventare ma non sai come? Dai un'occhiata alle nostre guide: