Errori orale maturità, ecco quelli da evitare nella presentazione della tesina

Di Valeria Roscioni.

Presentarsi all'orale di maturità con una tesina in PowerPoint è un ottimo modo per far colpo sulla commissione a patto, però, di evitare alcuni scivoloni pericolosi

ORALE MATURITA' 2018 - Ci sono degli errori più frequenti che i maturandi commettono nella presentazione della loro tesina all'orale di Maturità 2018? Soprattutto con la presentazione PowerPoint, è bene prestare attenzione a tutti i passaggi e a tutte le slide che volete presentare. Qui, per aiutarvi, abbiamo raccolto una serie di errori che dovrete assolutamente evitare di fare davanti alla commissione d'esame durante la presentazione della vostra tesina, la parte con cui comincerà il vostro colloquio orale. Cosa succede se il pc decide di non accendersi proprio prima dell'orale? O se i commissari non riuscissero a vedere le slide? Vediamo come evitare queste brutte situazioni!

Sembrano scene tratte un film dell’orrore dal titolo: “Esami di maturità, se qualcosa può andar storto sappi che lo farà” e invece tutto questo è semplicemente quello che potrebbe accaderti se scegli di fare una presentazione in PowerPoint senza sapere come si fa.

Tutte le news sulla maturità 2018

ORALE MATURITA': LA TUA PRESENTAZIONE - Evitare pessime figure di questo tipo non solo è necessario, dato che la tesina è il tuo biglietto da visita all’orale, ma è anche semplice a patto di seguire i nostri consigli grazie ai quali quel misterioso software che tutti chiamiamo PowerPoint non avrà più segreti per te.

Tesine maturità, centinai di percorsi svolti

GLI ERRORI DA EVITARE. Se non hai la benché minima idea di come fare ad iniziare ti consigliamo prima di dare un’occhiata alla guida che trovi QUI dove potrai trovare tutte le dritte tecniche. Se, invece, sai già come funziona ma hai paura di sbagliare, non preoccuparti: sfoglia la nostra gallery e scopri quali sono i cinque errori da cui devi assolutamente stare alla larga se vuoi che tutto fili liscio.

Gruppo Facebook Maturità 2018: consigli, dritte e novità sull'esame