Orale maturità 2019: consigli last second prima del colloquio

Di Marta Ferrucci.

Da lunedì 24 giugno in poi inizia l'orale di maturità 2019. Prima di incontrare la commissione, però, vanno fatte una serie di cose per massimizzare il risultato del colloquio. Ecco cosa

ORALE MATURITA' 2019: COSA FARE PRIMA DEL COLLOQUIO

L'orale dell'esame di maturità dal 2019  è cambiato con l'introduzione delle buste che, a molti maturandi, ricordano un po' un quiz televisivo. All'interno, infatti, i commissari possono inserire sia materiale noto (cioè studiato in classe) che materiale non noto anche se sempre collegabile con argomenti riguardanti il programma scolastico. Una variabile, questa, che crea qualche incertezza in più che si va ad aggiungere all'assenza della tesina che, un tempo, consentiva di iniziare il colloquio con maggiore sicurezza con temi noti e su cui il maturando aveva lavorato.

Orale maturità, cosa fare passo passo prima del giorno fatidico
Orale maturità, cosa fare passo passo prima del giorno fatidico — Fonte: istock

In realtà qualcosa di più facile da cui partire all'orale c'è: le tracce svolte della prima e della seconda prova. I commissari infatti, tra le varie domande che faranno, tireranno in ballo le tracce svolte dal candidato, che sarà chiamato a spiegare e fare un'analisi critica di quanto svolto negli scritti. Ad esempio perché è stata scelta una traccia e non un'altra, potranno esserci domande legate al tema della traccia scelta (autori del '900 se si è scelta l'analisi del testo, olocausto se si è preferita quella su Bartali...).

Per quanto riguarda la seconda prova, le domande potrebbero arrivare anche su eventuali errori fatti nel corso dello scritto e, in questa circostanza, sarà utilissiomo aver compreso dove e in cosa si è sbagliato, spiegare quale sarebbe stato il giusto svolgimento e recuperare in corsa.

Dunque, ricapitolando:

  1. Guardare con attenzione la traccia svolta dai tutor di Studenti.it cercando di capire se, nel compito svolto, si è andati fuori tema. Ammettere i propri errori è un primo passo per approcciarsi con umiltà alla commissione.

    - Prima prova: tutte le tracce svolte
    - Seconda prova: tracce svolte

  2. Capire le domande che la commissione potrebbe fare collegate all'argomento della traccia scelta.
  3. Il controllo della traccia svolta è molto importante soprattutto per chi ha svolto una traccia con esercizi ben precisi che avevano un determinato svolgimento e soluzione.  Diverso è il caso di chi ha svolto una traccia più libera come un tema.
  4. Ricordatevi che, anche se le domande devono essere sul programma svolto (vedi documento del 15 maggio), il materiale contenuto nelle buste potrebbe inizialmente spiazzarvi perchè non immediatamente riconducibile al programma. Per avere le idee chiare sfogliate qui il documento ufficiale del Miur sull'orale