Orale maturità 2016: come sfruttare gli scritti a tuo favore

Di Chiara Casalin.

Esame orale maturità: se il voto delle prove scritte non ti soddisfa, puoi recuperare con il colloquio orale. Ecco come

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

ORALE MATURITA’ 2016: COME SFRUTTARE GLI SCRITTI A TUO FAVORE - Se dopo aver svolto le tre prove scritte il voto esposto nei quadri non dovesse soddisfare le vostre aspettative, non preoccupatevi perchè è possibile recupeare con l'ultima prova. Certo pensarci adesso, che avete ancora tempo a disposizione, forse è un po' prematuro, ma se temete di non risucire a superare tutte le prove scritte brillantemente, allora sappiate che non c'è ragione di disperarsi perchè c'è ancora l'ultima carta da giocare, ossia il colloquio orale. Infatti, qui potrete sfruttare le prove scritte a vostro favore. Maturità 2016 gruppo Facebook: iscriviti subito e resta aggiornato su tutte le novità!

Maturità 2016, come si svolge il colloquio orale

ORALE MATURITA': COME RECUPERARE IL VOTO DEGLI SCRITTI - Molti di voi, finita la terza prova, tendono a “resettare” il cervello dimenticando gli scritti e concentrandosi solo sull’orale. Anche se l’impulso è molto forte dimenticare gli scritti è sbagliato, soprattutto se le prove non sono andate proprio come vi aspettavate. Infatti non tutto è perduto e c’è ancora la possibilità di girare le cose a vostro favore. Come? Correggendo i vostri errori durante il colloquio orale.

Da non perdere: Orale maturità, come valorizzare al massimo la tua tesina

ESAME ORALE MATURITA’: CONOSCERE GLI ERRORI FATTI NEGLI SCRITTI - Durante l'orale e dopo che avrete esposto la tesina, i professori vi mostreranno le vostre prove scritte con gli eventuali errori. Quindi, è importante farvi trovare preparati e di mostrare che sapete quali errori avete fatto e che siete in grado di correggerli per recuperare e riuscire ad alzare il voto della maturità. Questo vi aiuterà a fare colpo sui commissari, perché mostrerà alla commissione che vi siete impegnati e che avete rivisto i vostri sbagli.