Orale maturità 2020: i professori possono fare domande?

Di Veronica Adriani.

Oltre alle cinque fasi dell'orale di maturità 2020 i maturandi devono aspettarsi anche altre domande al colloquio? Per qualcuno forse no, ecco perché

MATURITÀ 2020

Maturità 2020: i professori possono fare domande?
Maturità 2020: i professori possono fare domande? — Fonte: istock

Ci siamo: è il 17 giugno, data dell'inizio ufficiale degli esami di maturità 2020. Una giornata diversa da quelle degli scorsi anni, senza le tanto temute prove scritte che gli scorsi anni hanno catturanto l'attenzione (e le ansie) dei maturandi. Per quest'anno è previsto un solo maxi-orale - come è stato definito dal Ministero - della durata di circa un'ora, diviso in cinque fasi:

  1. Elaborato su un argomento delle materie di indirizzo - le stesse individuate dal MIUR per la seconda prova
  2. Discussione di un breve testo di letteratura italiana, già oggetto di studio durante il quinto anno - sulla base del documento del 30 maggio (Il testo va concordato coi prof? Te lo speghiamo qui)
  3. Discussione interdisciplinare su un argomento assegnato dalla commissione;
  4. Esposizione dell'esperienza PCTO, mediante presentazione multimediale o relazione;
  5. Domande sulle attività di Cittadinanza e Costituzione.

Le prime testimonianze dalle scuole sull'orale

MATURITÀ, I PROFESSORI POSSONO FARE DOMANDE?

Sul gruppo facebook dedicato ai maturandi, i ragazzi si stanno scambiando da mesi consigli e suggerimenti per affrontare l'esame. Non solo: da lì arrivano anche preziose informazioni sulle proprie esperienze. Una di questa riguarda le domande dei professori: secondo qualcuno, il proprio Presidente di commissione ha impedito ai professori di fare domande che esulino dagli argomenti concordati per l'esame. Ma è davvero per tutti così?

"Credo sia positivo, perché nessuno ti ferma e tu parli e passi alle altre materie", dice una studentessa. "Secondo me è meglio che i prof facciano le domande, visto che vi conoscono", sostiene un'altra. "La mia presidente esterna voleva metterci tutti in difficoltà ma fortunatamente i miei prof hanno sistemato la situazione", spiega una terza.

MATURITÀ 2020, ORALE

Ma non tutti sono d'accordo. Qualcuno contesta: "Io mi informerei, perchè secondo me non è permesso per legge vietare ai commissari (seppur professori vostri) di porvi domande. I professori in sede d'esame diventano commissari a tutti gli effetti". E in effetti l'obiezione un senso ce l'ha: "se fosse stato un normale esame con 3 commissari esterni e 3 interni + il presidente, quale sarebbe stata la differenza?" insiste lo stesso ragazzo. "I professori diventano commissari durante l'esame ed hanno l'obbligo di farvi delle domande".

Eppure da quel che emerge dai racconti dei maturandi, è la discrezionalità a farla da padrone: "Da noi il presidente non deve parlare, l'ha imposto la preside. E i professori hanno detto che ci fanno parlare senza interrompere", racconta una ragazza. E un altro: "da me tutti i membri della commissione sono stati richiamati al segreto d'ufficio quindi non so niente".

Qual è la regola, dunque? La legge non dice espressamente né che potranno, né che non potranno farlo. Ma considerando che si tratta di un esame di Stato e che i collegamenti porteranno inevitabilmente con sé una discussione su tutte o alcune delle materie d'esame, è assolutamente lecito aspettarsi domande dai professori.

MATURITÀ 2020, NEWS

Le news: