Maturità 2018: i vantaggi di essere primi all'orale

Di Maria Carola Pisano.

Orale maturità 2018: essere tra i primi a fare il colloquio comporta qualche vantaggio! Ecco quale

ORALE MATURITA' 2018

Orale maturità 2018: i vantaggi di essere tra i primi
Orale maturità 2018: i vantaggi di essere tra i primi — Fonte: istock

Finite le prove scritte, anche se qualche studente è ancora alle prese con la terza prova maturità 2018, molti ragazzi hanno invece già saputo i voti delle prove scritte e si prepararno all'orale. In alcune scuole i primi colloqui si faranno a partire dal 27 giugno e gli studenti che capiteranno per primi, sul gruppo Facebook Maturità 2018, si sfogano con i compagni della maturità perché non sarebbero ancora pronti a sostenere l'orale.

DATE ESAMI ORALI: SI COMINCIA

Essere primi all'orale di maturità non è una tragedia, ve lo possiamo assicurare! Diversamente dai vostri compagni che faranno il colloquio durante la prima settimana di luglio, per voi l'incubo dell'esame di Stato finirà molto prima. Ancora pochi giorni e gli studenti che per primi sosterranno l'esame orale maturità 2018, potranno finalmente dirsi liberi da questo peso. Niente a che vedere con chi dovrà attendere ancora diversi giorni per sentirsi, finalmente, libero.

E' vero che, diversamente dagli studenti che faranno l'orale durante gli ultimi giorni, probabilmente avrete qualche dubbio sulla commissione d'esame e vi starete chiedendo come si comporterà e quali domande potrebbe farvi. D'altra parte, però, chi finirà presto l'orale potrà finalmente dedicarsi alle attività estive, come il viaggio di maturità o, per chi volesse continuare gli studi, la preparazione dei test di ingresso per l'accesso all'università.

Orale maturità, ecco qualche dritta per superarlo senza problemi: