Occupazioni scuola: se procuri danni, pagano i tuoi genitori

Di Redazione Studenti.

Occupazioni scuola: chi paga i danni? In un istituto romano, i genitori degli alunni hanno risarcito la scuola per 10mila euro. Ecco dove e perché

OCCUPAZIONI SCUOLA

A chi spettano i risarcimenti per le occupazioni della scuola?
A chi spettano i risarcimenti per le occupazioni della scuola? — Fonte: getty-images

Avevamo già parlato dei risarcimenti per i danni provocati dalle occupazioni delle scuole, che si ipotizzava potessero essere a carico degli studenti. Arriva la conferma con il caso di un liceo di Roma, dove i danni provocati durante l'occupazione sono stati risarciti dalle famiglie degli studenti.

Il liceo coinvolto è lo storico Mamiani, dove alle famiglie dei 242 studenti coinvolti nell'occupazione è stato richiesto un risarcimento di 10mila euro.

OCCUPAZIONE SCUOLA ILLEGALE

Le motivazioni della richiesta si leggono nel pensiero espresso dalla preside all'interno della circolare diffusa dalla scuola:

Come sapete un gruppo di studenti ha promosso e materialmente partecipato all’occupazione della nostra Scuola. Al rientro, dopo 10 giorni, all’interno dell’edificio scolastico si è purtroppo dovuto constatare che erano stati arrecati vari danni, verificati con gli stessi studenti/esse occupanti e con alcuni genitori, il cui ammontare è di € 9.580,50. Contestualmente, come previsto dal regolamento, sono state svolte le procedure disciplinari individuali volte a far acquisire la consapevolezza delle conseguenze di comportamenti e scelte intrapresi che hanno portato all’interruzione dello svolgimento dell’attività didattica e che si sono ripercossi sull’intera comunità scolastica.

La Scuola non è solo un edificio pubblico, ma un luogo di lavoro e di “vita” per tutte le componenti che fanno parte della comunità scolastica, in primo luogo gli studenti e le studentesse, ma non solo, e rappresenta una “casa” la cui integrità, funzionale ai suoi scopi, deve essere garantita e ripristinata. Considerando che sono state comminate 242 sanzioni disciplinari, la quota pro capite per ripianare i danni è di € 39,60, da pagare improrogabilmente entro il 15 febbraio 2023.

Ricordiamo infatti che occupare la scuola è un reato disciplinato dall'articolo 633 del codice penale, che prevede pene per gli occupanti, soprattutto in caso di danni a cose o persone, maggiorenni o minorenni.

Leggi anche: