Nuovo lockdown, c'è la data. Ecco quando come sarà

Di Marta Ferrucci.

Come sarà il nuovo lockdown? Quali attività coinvolgerà, cosa si potrà fare e cosa no? Le scuole rimarranno aperte, chiuderanno tutte o solo in parte?

Lockdown: ecco come e quando

La parola lockdown genera angoscia in tutti noi, al solo pensiero di quelli che sono stati i mesi primaverili di questo 2020 passati in casa a studiare e lavorare, con pochi o nessun contatto con l’esterno che non fossero video chiamate, incontri su Skype e qualche veloce giro dell’isolato per prendere un po’ d’aria.  O, per i fortunati, una passeggiata un po’ più lunga con il cane.

Ma un nuovo lockdown non è più solo un’ ipotesi: ogni ora, giorno che passa è una soluzione che  si concretizza sempre di più, l’unica in grado di arrestare l’impennata della curva epidemica.
In Italia la situazione viene definita “grave” ma l’obbiettivo è scongiurare una nuova chiusura totale. Al momento le regioni che stanno vivendo una situazione più critica delle altre sono la Lombardia e la Campania; per queste e altre regioni in cui la situazione si dovesse aggravare si sta pensando a delle “zone rosse”. Dunque un lockdown diversificato per zone a seconda della situazione e la soglia entro la quale il Governo dovrebbe intervenire è quella dei 35 - 40 mila contagi al giorno, un numero che ci farebbe passare dal livello 3  - in cui siamo attualmente – al livello 4.

Quali saranno i prossimi step?

  • Verifica dell’efficacia delle misure imposte dall’ultimo DPCM. Si osserverà la situazione, l’andamento dei contagi ancora per 2 settimane. Se le misure prese non si dimostreranno efficaci, saranno prese misure più restrittive.
  • La data: il 9 novembre. L’ipotesi di un nuovo lockdown, secondo quanto anticipato dal quotidiano Il Messaggero, potrebbe scattare lunedì 9 novembre, qualora i contagi non si arrestassero e le misure dell’ultimo DPCM si mostrassero inadeguate. Il lockdown nelle nuove modalità dovrebbe durare fino a metà dicembre per poter così mettere in "sicurezza" il Natale.
  • Sarà un lockdown light, ovvero: aziende, uffici e fabbriche aperte ma i negozi saranno chiusi ad accezione dei supermercati e negozi di generi alimentari.
  • Lockdown territoriale: dal 9 novembre potrebbero chiudersi anche i confini dei comuni e delle regioni più colpite dal virus.
  • Le scuole: il tema della scuola sarà sicuramente terreno di scontro; se l’Italia si dovesse adeguare a quello che si sta facendo nel resto d’Europa, almeno le scuole materne, elementari e medie dovrebbero rimanere aperte. Questa sarebbe una condizione indispensabile per consentire ai genitori di lavorare in smartworking.

Lockdown: cosa succede nel resto d'Europa

  • Francia: lockdown totale ma le scuole restano aperte
    Ci precede la Francia, che con 70 mila contagi al giorno ma, quello francese, sarà un lockdown soft: ci si potrà spostare ma con l’autocertificazione e le scuole resteranno aperte ma negozi, bar e ristoranti chiuderanno almeno per un mese. Chiudono anche le università dove si è visto che c’è una circolazione intenza del virus. No a riunioni private, a raduni pubblici e vietati anche gli spostamenti tra regioni.
  • Germania: chiude quasi tutto eccetto le scuole
    In Germania chiudono bar e ristoranti, luoghi adibiti ad attività ricreativa, cinema, teatri, centri estetici e alberghi. Stop agli sport di squadra. Ma le scuole e gli asili resteranno aperti.

  • Spagna: lockdown in autonomia, decidono le regioni
    Il paese della movida per il momento ha dovuto rinunciarci per via del coprifuoco dalle 23 alle 6 di mattina. Chiusure delle attività ma solo a livello regionale: le regioni stanno decidendo in autonomia anche in merito alla possibilità di blindare i propri confini.

  • Inghilterra: lockdown su 3 livelli di gravità
    Sono stati individuati 3 livelli di gravità dei contagi e le restrizioni saranno applicate alle varie regioni a seconda della situazione. Le chiusure sono analoghe a quelle in Italia. I pub però restano aperti fino alle 22 e restano aperte anche scuole e università.

  • Svizzera: light
    Anche in Svizzera aumentano i contagi anche se la situazione non è paragonabile a quella del resto d’Europa.  Bar e ristoranti da mercoledì chiudono alle 23, vietati gli eventi pubblici con oltre 50 persone, vietati gli incontri familiari con oltre 10 persone. Le scuole restano aperte.

La data del nuovo lockdown 2020
La data del nuovo lockdown 2020 — Fonte: istock