Nuovo DPCM: cosa cambia per la scuola

Di Maria Carola Pisano.

Nuovo DPCM: dal 26 settimbre si cambia. Potenziamento DAD - dal 75% al 100%

NUOVO DPCM

Nuovo DPCM: cosa cambia per la scuola
Nuovo DPCM: cosa cambia per la scuola — Fonte: ansa

Il nuovo DPCM è in vigore da oggi lunedì 26 ottobre: contiene nuove restrizioni, chiusure anticipate e provvedimenti per la scuola, tutti volti a evitare un secondo lockdown totale che, nelle parole del Premier Giuseppe Conte "non ci possiamo permettere". 

NUOVO DPCM: COSA CAMBIA PER LA SCUOLA

Nelle regioni come la Campania in cui si era già disposta la chiusura delle scuole - fatta eccezione per nidi e materne - non cambierà nulla. In altre regioni, invece, entro martedì 27 ottobre le scuole superiori dovranno adeguarsi alle nuove disposizioni, predisponendo l'estensione della didattica digitale ad almeno il 75%. Mentre le scuole dell'infanzia e le elementari rimangono in presenza.

DIDATTICA A DISTANZA PER TUTTI

Ci sono alcune regioni che avevano predisposto già la didattica a distanza per tutti gli alunni delle scuole superiori, e sono:

  • Calabria,
  • Lombardia,
  • Sicilia,
  • Puglia (ma solo per l'ultimo triennio),
  • Campania (incluse anche elementari e medie).