Calendario scolastico, i giorni totali di scuola possono essere meno di 200

Di Marta Ferrucci.

Calendario scolastico, i giorni di lezione obbligatori possono essere meno di 200 l'anno e non è necessario recuperare i giorni persi

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

CALENDARIO SCOLASTICO 2017 - 2018 - A settembre, con l'inizio della scuola, i professori definiscono le eventuali modifiche al calendario scolastico regionale, interventi che sono possibili se vengono rispettati i 200 giorni di lezione che permettono agli studenti il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento. Adattamenti del calendario scolastico a parte, approfondendo la normativa si scopre che i 200 giorni di lezione non sono poi così perentori e che ci sono delle eccezioni che fanno saltare giorni di scuola senza che per questo le ore perse debbano essere recuperate.

200 GIORNI DI SCUOLA OBBLIGATORI, ECCO QUANDO NON VANNO RECUPERATI - I giorni di lezione persi non vanno recuperati quando intervengono cause esterne, ovvero in caso di elezioni, ordinanze dei sindaci, calamità naturali. Vanno invece recuperati i giorni persi a causa di decisioni autonome delle scuole.

GUARDA ANCHE Il calendario scolastico 2017-2018

LA NOTA CHE DEROGA AI 200 GIORNI - A definire tutto questo ci ha pensato la nota del Miur n° 1000 del 22 febbraio 2012 che consente alle singole istituzioni scolastiche di apportare alcune modifiche al calendario scolastico per non andare sotto al limite dei 200 giorni di lezione obbligatori.

Mercatini dei libri scolastici usati: gli indirizzi regione per regione

NUMERO MINIMO DI GIORNI DI SCUOLA: QUANTI SE NE FANNO DAVVERO? Così come in Italia, anche in Danimarca, Olanda e Liechtenstein i giorni di lezione nel calendario scolastico sono 200. Ma da noi tra elezioni, calamità naturali, scioperi, manifestazioni, autogestioni e quant'altro i giorni tra i banchi alla conta dei fatti sembrano essere decisamente meno dei 200 previsti.