Notte di San Lorenzo: storia e date della notte delle stelle cadenti

Di Veronica Adriani.

Come ogni anno, la notte di San Lorenzo arriva puntuale a metà agosto. Ecco la storia fra realtà e leggenda e il momento migliore per vedere le stelle cadenti

NOTTE DI SAN LORENZO STORIA

Notte di San Lorenzo: il momento migliore per vedere le stelle cadenti non è affatto il 10 agosto come si pensa
Notte di San Lorenzo: il momento migliore per vedere le stelle cadenti non è affatto il 10 agosto come si pensa — Fonte: ansa

La notte di San Lorenzo tiene ogni anno milioni di persone con il naso all'insù. Sarà perché capita ad agosto, in piena estate, o perché il fascino delle stelle cadenti è innegabile, fatto sta che è per tantissimi - giovani e meno giovani - un appuntamento fisso della metà di agosto circa.

Ma perché si chiama Notte di San Lorenzo, e come nasce? Come spesso accade in questi casi, tutto parte da una leggenda. Il martirio di San Lorenzo, arso vivo sulla graticola, ha ricordato la forma delle stelle cadenti, quasi fossero i tizzoni ardenti che hanno portato il santo alla morte.

NOTTE DI SAN LORENZO DATE

Quando si festeggia la notte di San Lorenzo? Il 10 agosto, giorno in cui nel calendario cristiano si ricordano il santo e il suo martirio. Ma attenzione: il 10 agosto non è affatto il momento migliore per vedere le stelle cadenti in tutto il loro splendore. Gli esperti consigliano di attendere almeno un paio di giorni, dunque le date migliori per vedere le stelle cadenti sono il 12 e il 13 agosto.

COSA SONO LE STELLE CADENTI?

Il perché si debba attendere un paio di giorni dalla data ufficiale per vedere le stelle cadenti nella loro forma migliore, è spiegato da una questione puramente astronomica: non si tratta di stelle cadenti. La definizione di stella cadente è infatti impropria: le stelle sono caratterizzate da una luce fissa, e non "cadono" affatto. In effetti, quelle che noi vediamo, sono meteore e, anche qui, la spiegazione si deve cercare nella scienza.

Il motivo per cui queste scie luminose appaiono nel cielo terrestre proprio a metà agosto è dovuto al fatto che è in questo periodo che la Terra passa attraverso lo sciame delle Perseidi, meteore appunto. Quelle che vediamo, quindi, non sono stelle cadenti, ma Perseidi.

Per vedere al meglio le stelle cadenti - pardon, meteore - meglio assicurarsi quindi di essere al buio: le luci della città non sono l'ideale per scorgere delle scie nel cielo stellato. Se si è in vacanza, quindi, meglio approfittare di prati, spiagge, parchi, e munendosi di pazienza restare tutta la notte col naso all'insù.