Nomi sovrabbondanti: significato, uso ed esempi

Di Elisa Chiarlitti.

Lo sai che si sono dei nomi maschili chiamati "sovrabbondanti" perché hanno due plurali? Scopriamo insieme cosa sono, come si usano e frasi di esempio in un video di 1 minuto

I NOMI SOVRABBONDANTI

I nomi sovrabbondanti hanno un plurale regolare in -i di genere maschile e un plurale irregolare in -a di genere femminile.

Per esempio la parola frutto al plurale può diventare: frutti o frutta. In questo caso e, in molti altri, il doppio plurale si adoperano a piacere senza differenza di significato. Si può dire: sopraccigli come sopracciglia; ginocchi come ginocchia. Ci si riferisce sempre alla stessa cosa.

Ma spesso tra le due forme c’è una differenza di significato a cui si deve prestare attenzione, vediamo tre parole di questo tipo.

  1. Le fondamenta sono i muri sotterranei che fungono da sostegno a un edificio, mentre i fondamenti sono le nozioni di base di una scienza o dottrina.
  2. Le braccia indicano gli arti superiori dell’essere umano, mentre il plurale maschile bracci ha altri significati, edilizi, meccanici… (Per esempio: I bracci di una gru).
  3. Le corna, quelle degli animali, mentre diciamo corni in senso metaforico o se parliamo di strumenti musicali.

@studenti.it

GUARDA LE ALTRE MINI LEZIONI DI ITALIANO