Young Business Talents: il contest di Nivea dedicato agli studenti

Di Maria Carola Pisano.

Nivea con Young Business Talents aiuta a mettere in pratica la teoria imparata sui banchi di scuola: ecco cosa ne pensano gli studenti

Nivea e Young Business Talents

Nivea e Young Business Talents: la parola agli studenti
Nivea e Young Business Talents: la parola agli studenti — Fonte: ufficio-stampa

Aiutare i giovani a costruirsi un futuro migliore: è questa l'idea di Nivea che con il suo contest internazionale Young Business Talents, giunto alla quinta edizione, permette agli studenti di mettere in pratica tutte le nozioni teoriche imparate durante le scuole superiori. Come funziona Young Business Talents? Nivea, nell'ambito della Corporate Social Responsibility, promuove l'installazione gratuita nelle scuole di un simulatore di impresa di terza generazione creato da Praxis MMT. Con il simulatore i ragazzi possono sfruttare il loro talento, la loro propensione all'imprenditorialità e al lavoro di squadra.

COME FUNZIONA IL SIMULATORE DI IMPRESA

Secondo Nivea, studi internazionali confermano che l'uso di un simulatore di impresa svolga un ruolo centrale nello sviluppo della creatività, del lavoro di squadra e del problem solving. Uno degli studenti del contest Nivea Young Business Talents commenta, soddisfatto, l'esperienza:"Quel che abbiamo imparato nella teoria lo abbiamo messo in pratica attraverso questo business game". Un business game per l'insegnamento sì, ma che non trascura anche la componente del divertimento, come sottolinea uno studente di un liceo di Roma: "Non mi aspettavo che mi coinvolgesse tanto e non vedevo l'ora di passare il turno e rimettermici sotto".

NIVEA YOUNG BUSINESS TALENTS: L'ENTUSIASMO DI INSEGNANTI E STUDENTI

Largo consenso arriva anche dagli insegnanti che ritengongono il progetto utile per gli studenti che mettono in pratica la teoria imparata sui banchi di scuola grazie al simulatore d'impresa di Young Business Talents. La prof.essa Laura Arrigoni, docente di economia aziendale persso l'Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco, commenta: "Per me questo business game è la base della didattica perché consente ai ragazzi di appropriarsi dei contenuti della disciplina attraverso la pratica, dando risposte ai problemi che via via emergono durante il gioco. Esattamente come accade nella vita, non solo lavorativa. I miei studenti apprendono, grazie a Young Business Talents, che le cose, se vuoi riuscire, devi farle davvero, credendoci e curando ogni dettaglio”. Da non sottovalutare poi anche il contesto internazionale: Young Business Talents è sbarcato anche in Spanga, Messico, Portogallo e Grecia. Un modo nuovo di lavorare sul campo che agli studenti piace e che consente loro di mettersi in prima linea, sviluppare le loro passioni e socializzare con i propri colleghi.