News occupazione scuola, aggiornamento dalle città

Di Redazione Studenti.

Ultimi aggiornamenti sulle occupazioni delle scuole in corso in Italia: gli studenti tornano a protestare con autogestioni e occupazioni. Ecco dove

OCCUPAZIONE SCUOLA

Occupazioni delle scuole e proteste studentesche: ecco cosa sta succedendo in questi giorni
Occupazioni delle scuole e proteste studentesche: ecco cosa sta succedendo in questi giorni — Fonte: getty-images

Scuole occupate e proteste studentesche: succede in Italia e in particolare a Roma.

Da ottobre 2021 cresce di giorno in giorno la lista delle scuole occupate per i motivi più disparati: termosifoni spenti, aule fatiscenti, soffitti da cui cade acqua durante le lezioni. Ma anche mancanza di misure serie contro l'abbandono scolastico, che dopo la pandemia si è acuito ancora di più.

Richieste che toccano gli studenti, ma non solo: questa volta si fa fronte comune con docenti e personale scolastico, chiedendo investimenti che coinvolgano tutti, ma anche una scuola aperta di pomeriggio, per corsi extracurricolari, momenti di aggregazione, sport e musica.

SCUOLE OCCUPATE A ROMA

Roma si conferma la città più attiva sul fronte delle occupazioni:

  • Liceo Artistico Ripetta: occupato il 20 ottobre
  • Cine-tv Rossellini di via Libetta: occupato per cinque notti
  • Liceo Pilo Albertelli: occupato dal 12 ottobre per quattro notti
  • Liceo Manara: occupato fino al 29 ottobre
  • Liceo Virgilio: occupazione durata sei notti
  • Liceo Visconti: occupato nelle notti del 7-8 novembre
  • Liceo Tasso: occupato il 16 novembre

Si aggiungono alla lista le occupazioni più recenti:

  • 22 novembre: occupazione congiunta di quattro licei di Montesacro: Orazio, Aristofane, Archimede-Pacinotti e Nomentano
  • Si aggiunge il Liceo Vittoria Colonna al Rione Regola
  • 23 novembre: Occupato il Liceo Morgagni
  • Si aggiungono anche il Machiavelli di via Sabelli e il Newton all'Esquilino
  • 29 novembre: Il Liceo Cavour è occupato. La rete degli studenti Medi dichiara: “C’è un malessere profondo e sentito dagli studenti e dalle studentesse in tutto il Paese. Le occupazioni sono la manifestazione più evidente di un disagio importante. Continueremo finché non verremo convocati dal Ministero. Chiediamo assemblee in presenza, diritto alla ricreazione e orari scolastici che tengano in considerazione le nostre vite. Serve aprire un ragionamento serio sull’edilizia, quello che c’è in Legge di Bilancio non basta.
    Vogliamo poi investimenti e soluzioni per la Salute Mentale. Il Ministero e il Governo ci ascoltino".

SCUOLE OCCUPATE A TORINO

Due le scuole occupate a Torino:

  • Regina Margherita di via Casana
  • Copernico Luxemburg

OCCUPAZIONI SCUOLA A PISA

Per la città di Pisa si parla di tentate occupazioni: gli studenti hanno cercato di occupare il Liceo benedetto Croce, il liceo classico Galilei, l'istituto Santoni e il plesso del Gambacorti.

In nessuno di questi casi l'occupazione è effettivamente riuscita.

COME FUNZIONANO OCCUPAZIONE E AUTOGESTIONE

Se vuoi conoscere le caratteristiche, le differenze e i rischi di queste forme di protesta, puoi consultare la nostra guida, che spiega come funzionano autogestione e occupazione.