NATALE 2020, TUTTA LA VERITA' SUI GIOVANI: I REGALI PIU' DESIDERATI, COSA PENSANO DELLE RESTRIZIONI, COSA FARANNO A CAPODANNO

Di Marta Ferrucci.

Hanno risposto in più di 46.000 tra i 13 ed i 19 anni all'indagine di Studenti.it. Il regalo più gradito? Un dono tecnologico ma anche un viaggio e tanti libri. Le restrizioni del Governo sono condivise da molti ma non da tutti e sul Capodanno...

NATALE 2020: L'INDAGINE DI STUDENTI.IT SUI GIOVANI

Hanno partecipato all'indagine di Studenti.it in più di 46.000. Obbiettivo è indagare sui comportamenti dei giovani per questo Natale 2020. Chi sono, cosa vorrebbero trovare sotto l’albero, come si stanno organizzando per queste Feste? E, infine, condividono le restrizioni del Governo?
La fetta più grossa dei rispondenti appartiene alla fascia 15-17 anni (il 32%), seguiti dalla fascia 13-14 anni (il 26,7%), oltre i 19 (22,4%) e tra i 18 e 19 anni, a cui appartiene il 18,9% dei partecipanti.

Le fasce di età dei partecipanti all'indagine
Le fasce di età dei partecipanti all'indagine — Fonte: getty-images

IL DONO PIU’ GRADITO? UN REGALO TECNOLOGICO PER IL 29,3%

Cosa vorrebbero trovare sotto l’albero? Il 29,3% non ha dubbi: un regalo tecnologico. Il 24,8% sceglie un viaggio, il 12,1% “tanti libri” mentre il 6% dei prodotti cosmetici. Il restante 10,8% “altro”.

IL 41,2% DEI GIOVANI CONDIVIDE LE RESTRIZIONI DEL GOVERNO

Non tutti sono d’accordo con le ulteriori restrizioni del Governo che scatteranno sotto le feste ma una buona fetta sì: il 41,2%. Segue a poca distanza – con il 39,4% dei rispondenti -  chi le condivide “così e così” mentre il restante 19,4% non le condivide affatto.

CAPODANNO: IL 58 % RESTA IN FAMIGLIA MA IL 13% RIMARRA’ A DORMIRE DA AMICI PER EVITARE IL COPRIFUOCO

Le misure restrittive del Governo per queste festività stanno spingendo la maggior parte delle persone a programmare festeggiamenti sotto tono ma c’è chi si organizza per bypassare alcune limitazioni, ad esempio il coprifuoco. Se il 58% dei partecipanti all’indagine rimarrà in famiglia, il 13% si è organizzato per dormire fuori casa e poter così festeggiare senza limitazioni di orari. Il 21%, rassegnato, non farà nulla mentre il 3% starà a spasso per la città fino a quando il coprifuoco lo consentirà. L’1% si recherà in una struttura turistica all’interno della propria regione mentre il 4% farà “altro”.

RIAPERTURA DELLE SCUOLE: SOLO IL 40,6% CI CREDE. IL 25,3% E’ CONVINTO CHE RIMARRANNO CHIUSE

Non ha ancora un’idea su questo il restante 34,1% dei rispondenti.  L’incertezza è probabilmente dovuta al fatto che molti di loro sono convinti che a gennaio – febbraio arriverà una terza ondata di contagi (il 55%). Solo 12% è convinto del contrario. Incerto il restante 33%.

E TU COSA FARAI? LASCIA UN COMMENTO SOTTO IL VIDEO DI TIKTOK

@studenti.it